| categoria: Dall'interno

Si ispirerà all’expo di Milano il prossimo carnevale di Venezia

Il rapporto tra l’uomo e l’ambiente, trasfigurato nella fantasia e nella fiaba: sara’ questo il ”fil rouge” che connotera’ non solo l’edizione 2014, ma anche quella del 2015 del Carnevale di Venezia, in una programmazione biennale voluta fortemente dall’Amministrazione comunale, e condivisa dagli organizzatori di Vela Spa, per legare in modo strategico la kermesse piu’ attesa dell’anno all’altro grande evento su cui il Paese e le regioni del Nord in particolare stanno puntando, ossia l’Expo di Milano. La notizia e’ stata data nel corso di un incontro con la stampa svoltosi a Ca’ Farsetti per presentare le linee guida dell’evento, a cui hanno partecipato il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, il presidente di Vela Spa, Piero Rosa Salva, e il direttore artistico del Carnevale, Davide Rampello. ”Si tratta – ha commentato il sindaco – di un’impostazione su cui si sta lavorando da tempo e che condivido pienamente. Il fatto che, per la prima volta, la programmazione del Carnevale sara’ bi-annuale, consentira’ infatti alle istituzioni culturali e alle attivita’ economiche della citta’ di preparare insieme a noi un programma di vasto respiro. Inoltre ritengo essenziale il collegamento con l’Expo, perche’ offrira’ un’opportunita’ importante per la citta’: sicuramente l’evento internazionale di Milano potra’ darci ulteriori possibilita’ di visibilita’ e di attrazione di un pubblico qualificato”. Se l’Expo proporra’ al mondo una riflessione sull’alimentazione e sul cibo, e dunque, in modo traslato, sul rapporto tra uomo e ambiente, e Venezia in particolare partecipera’ con attivita’ collaterali incentrate – giocoforza – sull’acqua, suo elemento fondante, ”il Carnevale si ispirera’ proprio alla natura, – come ha avuto modo di spiegare Rampello – che verra’ pero’ letta in chiave fantastica, attingendo dalla tradizione mitologica. In questo Carnevale del fiabesco si cerchera’ infatti un mascheramento tratto dalle fiabe storiche della tradizione europea, ma anche delle novelle arabe e mediorentali, e ancora dai simboli votivi africani e mesoamericani, dalle allegorie indiane, mongole e dell’antico Catay, rinnovando in tal modo l’immaginario che verra’ restituito agli ospiti della citta”’. Il direttore artistico – non a caso confermato per i prossimi due anni – ha ribadito pero’ che il Carnevale non e’ pensato solo per i visitatori, ma anzi, che c’e’ una forte volonta’ di coinvolgere l’intera citta’, potenziando il programma in Terraferma e puntando a diffondere gli spettacoli nei vari campi, che saranno i primi a venir ”travestiti”, secondo la metafora della ”natura fantastica”, creando la ”foresta del Carnevale”. Recupero della tradizione storica locale e mascheramento urbano saranno gli elementi su cui puntera’ la kermesse. Per quanto riguarda l’organizzazione, Rosa Salva ha sottolineato come ”il primo Carnevale targato Vela Spa fara’ tesoro dei risultati ottenuti dalle ultime tre edizioni gestite da Venezia Marketing Eventi, costruendo la kermesse su format caratteristici e distintivi, e puntera’ a migliorare servizi ed efficacia comunicativa”. Confermata la strutturazione del programma su tre settimane, a partire da sabato 15 febbraio, fino a martedi’ 4 marzo, con un’anticipazione doverosa in programma venerdi’ 14, giorno di San Valentino, ”anche quest’anno – ha proseguito Rosa Salva – il Carnevale avra’ una struttura circolare, con l’apertura e la chiusura dedicata alla venezianita’, e valorizzera’ il piu’ possibile l’intero territorio comunale, non a caso l’apertura ufficiale si terra’ anche quest’anno a Cannaregio, con la Festa Veneziana. ”Il fatto poi – ha detto infine Rosa Salva – di anticipare gia’ a luglio le linee generali del Carnevale, come indicato dal sindaco Orsoni, permette alle attivita’ produttive della citta’ di preparasi al meglio e a noi di lavorare con largo anticipo per coinvolgere le categorie”. Il riferimento e’ andato in particolare alle istituzioni culturali, con cui gli organizzatori stanno costruendo un vero e proprio ”Festival culturale”, ricchissimo e diffuso, che culminera’ con la ”Carnival Culture Night”, e al mondo artigiano.

Ti potrebbero interessare anche:

Due quindicenni uccidono un uomo. Tentato stupro? Dubbi sulla confessione
MIGRANTI / Treviso, scontro sull'utilizzo dell'ex caserma "Salsa"
Vaticano conferma: aperta inchiesta sull'attico del cardinal Bertone
il 13 % dei teen agers condivide foto hot, manca consapevolezza dei rischi
Bollo auto, prescritto fino al 2013
La rabbia di Roberta di Accumuli, non facciamo più notizia



wordpress stat