| categoria: esteri, In breve

Svizzera: si scontrano due treni, 35 feriti, alcuni gravi

Almeno 35 feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni e forse un morto, uno dei due conducenti che non e’ ancora stato trovato: e’ questo il bilancio ancora provvisorio di un grave incidente ferroviario che stasera in Svizzera ha coinvolto due treni passeggeri in una violenta collisione frontale nei pressi della stazione di Granges-pre’s-Marnand, nel cantone Vaud, nell’ovest del Paese. Tra i feriti, cinque sarebbero gravi, secondo quanto riferisce la stampa locale online. E tra di loro figurerebbe, appunto, uno dei due conducenti che non e’ ancora stato localizzato e che, stando a un portavoce della polizia, e’ sicuramente deceduto. La collisione e’ avvenuta poco prima delle ore 19.00 tra un treno che arrivava in stazione da Losanna e un altro che era appena partito proprio diretto a Losanna, ha riferito Pierre-Olivier Gaudard, portavoce della polizia cantonale. Subito dopo il violento impatto, sul posto sono giunti la polizia, diverse ambulanze, i pompieri e un elicottero. Le cause dell’incidente non sono per ora note. Le immagini dello scontro scattate con i telefonini e mandate ai siti dei giornali dai lettori, mostrano l’impatto tra i due treni con un vagone di seconda classe in parte accartocciato e sollevato. Secondo le informazioni raccolte dal sito 20.minutes, lo scontro e’ avvenuto a pochi metri dallo scambio, mentre ancora non si conosce la velocita’ dei due convogli. Un giovane che si recava in treno a Losanna ha raccontato che dopo aver lasciato la stazione, “il convoglio ha frenato tre volte, poi si e’ immobilizzato. C’e’ stata una botta violenta. I I vetri dei finestrini sono esplosi”, ha riferito il ragazzo. Nel suo vagone c’era anche un neonato: ”Sono subito andato a vedere come stava. Dopo siamo usciti, ed abbiamo visto l’impatto: c’era sangue che usciva dalla cabina di guida”, ha aggiunto. Un abitante che vive a circa 500 metri dal luogo dell’incidente ha raccontato di aver sentito il fischio del treno e poi il rumore dell’impatto. ”Ho pensato che fossero dei camion e sono andato a vedere”, ha raccontato a 20-minutes. L’incidente in Svizzera arriva dopo altre gravi tragedie che hanno coinvolto i trasporti pubblici in Europa negli ultimi giorni: dal deragliamento del treno ad alta velocita’ in Spagna alla tragedia del bus turistico volato giu’ da un viadotto della A16 in Italia. (

Ti potrebbero interessare anche:

Nautica, arriva il "bollino blu" per evitare doppi controlli
Appalti sanità, offriva escort cubana per vincere le gare: imprenditore arrestato
BRIANZA/Sparatoria: arrestato dopo blitz con 100 uomini
Salone del gusto, partenza lanciata: 27mila presenze
Isis, lascia il generale Allen, frustrato dall'atteggiamento della Casa Bianca?
GIUSTIZIA: MAGISTRATURA ONORARIA, VIA LIBERA A PROPOSTA MINISTERO



wordpress stat