| categoria: Dall'interno

Guardia di Finanza sequestra tre siti internet

La Guardia di Finanza di Milano ha portato a termine una vasta operazione di contrasto allo scambio illegale di file relativi a opere tutelate dal diritto d’autore che ha interessato le province di Milano, Napoli, Catania, Brescia e Padova. Sono stati posti sotto sequestro tre siti internet contenenti complessivamente circa 400.000 file di opere tutelate dal diritto d’autore, che si presentavano come semplici forum di discussione da cui gli utenti registrati – mediante alcuni semplici passaggi – potevano ottenere dei link da utilizzarsi per il download delle opere cinematografiche, musicali, videoludiche, nonché di software. All’oscuramento dei predetti indirizzi web si aggiunge l’inibizione di un portale noto a livello nazionale che si presentava, invece, come un vero e proprio motore di ricerca, atto ad indicizzare e rendere fruibili contenuti digitali sotto forma di file “torrent”.
Le attività d’indagine, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, dott.ssa Tiziana Siciliano, ed effettuate in collaborazione e con l’ausilio tecnico della Federazione contro la Pirateria Musicale Multimediale (FPMM) e della Federazione Antipirateria Audiovisiva (FAPAV), hanno portato all’individuazione di nove soggetti, ideatori, creatori o webmasters dei predetti siti, che sono stati denunciati per violazione della Legge sul Diritto d’Autore. I siti in parola avevano guadagnato in brevissimo tempo grande popolarità nella Rete, tanto che gli utenti registrati ammontavano ad oltre 2.000.000. Tra le migliaia di opere messe abusivamente a disposizione degli internauti, erano numerose quelle di recentissima pubblicazione o, addirittura, non ancora distribuite tramite i canali del circuito legale (film ancora in proiezione esclusivamente nelle sale cinematografiche, oppure Serie TV in onda solo sulle piattaforme televisive a pagamento). Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Milazzo, incendio alla raffineria: l’allarme su Twitter
Un italiano su due mangia cibi scaduti
Paura a Bergamo, aereo cargo esce di pista e finisce in strada
Strage di Erba, Cassazione accoglie ricorso di Olindo e Rosa su nuovi accertamenti
Caso di malasanità a Palermo? Donna muore dopo essere stata dimessa dal pronto soccorso
VENEZIA: VANDALI A SAN MARCO, VERNICE ROSSA SU LEONCINO



wordpress stat