| categoria: Roma e Lazio

Marino zoppica sulla questione rifiuti. L’Ardeatina in rivolta, il ministro Orlando lo nomina commissario

Marino zoppica sulla questione rifiuti. L’Ardeatina in rivolta, il ministro Orlando lo nomina commissario. Non doveva andare così, ma il nuovo sindaco di Rona è inguaiato e rischia di finire nel tritacarne. Altri che Fori Imperiali appiedati. Il problema è di quelli che fanno venire il mal di testa, irriosolvibili. Dopo il primo giorno di manifestazione i residenti di Falcognana si preparano ad un agosto di fuoco. In serata nuova manifestazione con attraversamenti pedonali e “pellegrinaggio al contrario” dal Divino Amore al Campidoglio in occasione del Consiglio Comunale. Ill sindaco deve firmare l’assenso alla localizzazione il ministro Orlando prepara per lui la nomina a sub commissario per l’attuazione Marino prende tempo, la Regione Lazio si lava le mani. Ma vediamo come è andata. Primo atto il blocco dell’Ardeatina nella serata di martedì. Al secondo giorno di protesta contro la decisione del commissario di collocare la nuova discarica di Roma a due passi dal santuario del Divino Amore, la rivolta cambia tattica: per aggirare il pericolo di una denuncia, il popolo di via Ardeatina metterà in atto solo attraversamenti pedonali per trasformare la strada che unisce il polo industriale di Santa Palomba alla città in un vero inferno di traffico. E nell’ora di punta della sera: dalle 18 alle 21. Ma la vera battaglia, ultimo atto di una guerra infinita che dura da due anni e che ha visto teatri come Villa Adriana, Riano e Fiumicino indicati come possibili discariche, è sempre politica. Sul fronte regionale Nicola Zingaretti ha replicato il trasformismo già adottato in Provincia, lavandosi le mani sulla localizzazione mentre il Comune di Roma ha scelto la via del silenzio, almeno sino a oggi quando è convocato il Consiglio comunale sul tema “monnezza”.
Ma per il sindaco Ignazio Marino si sta preparando appunto una “trappola istituzionale”. A curarla è personalmente il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando che non accetta di far ricadere sul commissario Goffredo Sottile e quindi sul Governo la responsabilità della scelta del sito per la discarica. Così nomina d’ufficio il sindaco sub commissario
Basta leggere la mozione approvata dal Consiglio regionale per capire che il blocco di centrosinistra con a capo il Pd ha adottato la tecnica di Ponzio Pilato. Questo il testo: “Al termine del dibattito sul sito per la nuova discarica di Roma il Consiglio regionale, presieduto da Daniele Leodori ha approvato una risoluzione, primo firmatario il capogruppo del Pd, Marco Vincenzi, nella quale, premessa la “ferma volontà di chiudere definitivamente la discarica di Malagrotta”, si impegna la Giunta regionale a “sollecitare il commissario a promuovere iniziative di ascolto e partecipazione dei cittadini e degli enti locali alle scelte proposte”. Nella mozione si elencano, poi, “i criteri da seguire nella scelta dei siti idonei”. In particolare, il Consiglio regionale indica come priorità “la salvaguardia del diritto alla salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente”, che le “dimensioni del sito siano contenute e tali da abbandonare il criterio delle megadiscariche, che siano conferiti in discarica solo rifiuti trattati, che si prevedano “i necessari presidi ambientali per ridurre l’impatto ambientale e sociale”, che si definiscano “con chiarezza tempi e quantità dello smaltimento”, che si prevedano, infine, “specifiche iniziative al fine di ridurre l’impatto complessivo sul territorio circostante”.
Basta leggere per capire che la posizione ufficiale della Regione Lazio è così generica e approssimativa che potrebbe essere applicata ovunque.

Ti potrebbero interessare anche:

Giunta rosa e tutta di esterni. Zingaretti prova con gli effetti speciali
Si spara nel bagno del treno alla Stazione Termini
Omicidio Mollicone, giallo resta insoluto
Clamoroso, qualcuno "rubò"in Procura la richiesta di arresto di Cerroni
INFRASTRUTTURE/Aracri-Palozzi (FI): sbloccare Orte-Civitavecchia
Corteo, il day after: indagato il poliziotto e spunta un altro video



wordpress stat