| categoria: attualità

STRAGE BUS/ Almeno tre indagati per tre filoni di inchiesta

Il bus precipitato dal viadotto autostradale dell'Irpinia, ora ci sono indagati

Sarebbero almeno tre le persone indagate per omicidio colposo plurimo e disastro colposo, nell’ambito dell’inchiesta sul bus precipitato dal viadotto Acqualonga dell’autostrada Napoli- Canosa. Il titolare della ditta “Mondo Travel” e fratello dell’autista morto nell’incidente di domenica scorsa e due responsabili di Societa’ Autostrade. Ma l’elenco potrebbe allungarsi nei tre filoni che la procura di Avellino segue. ( Le responsabilita’ vanno ricercate verificando le condizioni dell’autobus, del tratto autostradale e dell’autista. Gli interrogatori potrebbero cominciare la prossima settimana, quando il procuratore Rosario Cantelmo ricevera’ le prime relazioni. Si attende anche il completamento delle notifiche a 300 persone, tra indagati e parti offese, per l’espletamento dell’esame autoptico. Procedure cominciate ieri e proseguite oggi. In mattinata il procuratore Cantelmo ha avuto un breve e informale colloquio con i legali di Societa’ Autostrade che si sono presentati spontaneamente per fornire tutta la collaborazione necessaria alle indagini.

Ti potrebbero interessare anche:

Mps, bufera in arrivo da Londra? Finanza e Procura indagano
OCCUPAZIONE/ Lo studio dell'Università di Bologna: pochi neolaureati occupati, il 41,7%
Ilva, cdm approva il piano ambientale per Taranto
Atene, bus gratuiti e spesa razionata: il primo giorno senza banche
Elezioni Europee: Ppe primo partito, ma è rebus maggioranza. Le Pen supera Macron In Francia
Vaticano, scandalo immobile Londra: scarcerato broker Torzi



wordpress stat