| categoria: esteri

Usa: ambasciate, attentatori gia’ sul posto?

Il complotto terrorista che ha provocato la chiusura delle ambasciate Usa sarebbe gia’ in corso. La tv americana Cbs, quando in Medio Oriente sono le prime ore della domenica, rivela che il piano eversivo ai danni dell’America sarebbe gia’ in atto. Ovviamente non si conosce ne’ tempo ne’ luogo dei possibili attacchi. Funzionari dell’intelligence, scrive il cronista John Miller sul sito della rete tv, hanno ricevuto una segnalazione da una fonte affidabile secondo cui il complotto principale e’ in corso, che la squadra incaricata di portarlo a termine e’ stata selezionata e si troverebbe gia’ sul posto scelto per l’attacco. La segnalazione finisce qui. Cio’ che le autorita’ non hanno e’ la data, l’orario e il bersaglio dell’attacco, motivo per cui e’ stato deciso di prendere tutte le misure precauzionali come la chiusura delle ambasciate in oltre 20 paesi. Rivelazioni da brividi che purtroppo confermano quello che per tutta la giornata di ieri e’ stato detto e ripetuto da autorita’ militari e vertici politici: ”Siamo di fronte a un flusso di minacce significative a cui stiamo reagendo”, ha affermato il generale Martin Dempsey, capo degli stati maggiori delle Forze armate ai microfoni della Abc. ”Queste minacce – ha aggiunto Dempsey – sono piu’ specifiche rispetto al passato e il loro scopo non e’ solo attaccare gli Stati Uniti ma l’Occidente”. Sulla stessa linea Peter King, presidente della sottocommissione Terrorismo e intelligence del Congresso: ”Non abbiamo piu’ dubbi che ci sia un complotto e che si stiano preparando gravi attacchi. Sono circa sette-otto anni che partecipo a briefing e vengo informato in modo regolare su questi temi. E posso dire – spiega alla Cnn – che questa e’ la minaccia piu’ specifica che abbia mai visto in questi anni. Qui non si tratta solo di connettere le supposizioni: c’e’ una informazione molto specifica sul fatto che si stanno pianificando attacchi. Ma ovviamente non sappiamo dove”

Ti potrebbero interessare anche:

Obama contro Kim, i dittatori non possono imporci la censura
INDIA/ Tomaso ed Elisabetta, liberi dopo 5 anni. Erano accusati di aver ucciso il loro compagno di v...
IL PUNTO/ La resa di Tsipras: restano i tagli agli statali e l'austerity
Bruxelles, uno dei terroristi di Zaventem lavorò al Parlamento europeo
Pakistan, precipita aereo. Tutti morti i 48 passeggeri
Spari a prete ortodosso a Lione, assalitore in fuga



wordpress stat