| categoria: politica, Senza categoria

Senato, si a taglio del 25% agli stipendi dei manager

Taglio dei 25% agli stipendi dei manager delle societa’ pubbliche, sconto del 30% delle multe per chi paga entro 5 giorni, sblocco di 450 mln per l’edilizia scolastica e possibilita’ di destinare parte dei rimborsi elettorali alle Pmi. Sono alcune delle novita’ approvate dall’Aula del Senato, impegnata nell’esame del decreto legge del fare. I lavori sono iniziati questa mattina e proseguiranno al oltranza; tuttavia l’approvazione del provvedimento potrebbe slittare a domani. Il governo e’ stato battuto su un ordine del giorno della Lega, che prevede il taglio della tassa governativa sui telefonini. Tra le novita’ introdotte da palazzo Madama c’e’ anche la soppressione del Durt, che era stato inserito alla Camera, inoltre e’ previsto un pacchetto di misure per l’Expo 2015, che comprende l’applicazione dell’iva agevolata al 10% per i biglietti d’ingresso all’esposizione. Vengono inoltre sospesi fino al 15 settembre i pagamenti dei canoni delle concessioni demaniali sulle spiagge; mentre le pubbliche amministrazioni dovranno dire addio al fax e sostituire le comunicazioni cartacee con le mail. E le novita’ non finiscono qui: la sede dell’autorita’ dei trasporti sara’ Torino; sono salvi i sindaci-parlamentari, eletti nei comuni fino a 20.000 abitanti, prima dell’entrate in vigore del decreto legge; mentre i 450 milioni stanziati per l’edilizia scolastica potranno essere gestiti dai sindaci. Il decreto legge, dopo l’ok del Senato, dovra’ tornare alla Camera per il via libera definitivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Letta da Napolitano, su lavoro fare in fretta
SCHEDA/ Sul tavolo dei saggi la bozza Violante per un premierato forte
Concerti di Emma, Amoroso e Mannoia a Taormina contro la violenza sulle donne
DEGRADO/ Il viadotto della Magliana è una cloaca
VALLE DEL SACCO/ Boom di invalidi: incubo cancro. Adesso l'allarme è altissimo
Sorpresa, nel cilindro di Renzi c'è un nuovo Italicum?



wordpress stat