| categoria: sport

Napoli, Higuain stende il Benfica, il San Paolo esplode

L’amichevole contro il Benfica diventa la serata di Gonzalo Higuain che segna il suo primo gol al San Paolo e fa scoccare subito la scintilla con i 35.000 del San Paolo. L’argentino risolve una partita che pero’ il Napoli si era complicato un po’ da solo, subendo, dopo il vantaggio di Behrami, il pareggio a causa di una amnesia difensiva che conferma qualche difficolta’ nel reparto arretrato azzurro. Il test con i portoghesi da’ pero’ in generale la sensazione di una crescita del Napoli, dal punto di vista atletico ma anche per una piu’ marcata impronta di Benitez nel gioco. Nel primo tempo, soprattutto, il Napoli mostra buone cose soprattutto a sinistra dove Insigne fa male alla difesa portoghese e duetta alla meraviglia con Zuniga e Hamsik. Proprio da uno scambio tra i due nasce, dopo 5′, il cross del genieto di Frattamaggiore che pesca la bella incursione di Behrami, il cui colpo di testa porta il Napoli in vantaggio. Il Benfica accusa il colpo e continua a subire a sinistra, mentre a destra Mesto sale poco e Callejon soffre un po’ i raddoppi di Cortez e Markovic. Dietro Inler e Behrami fanno grande filtro a centrocampo e la difesa azzurra tiene bene un paio di tentativi di Gaitan, un po’ isolato. Il Napoli ci prova ancora due volte con Insigne che costringe Artur alla deviazione in angolo su un tiro da lontano e una punizione a sorpresa dal vertice destro dell’area. Ci prova anche Higuain che si prende anche gli applausi del San Paolo, desideroso di spellarsi le mano al suo primo gol. Qualche applauso lo merita invece Inler che mentre radiomercato parla della ricerca di un centrocampista che disegni geometrie, distribuisce bene palloni al il fronte d’attacco azzurro. La partita si addormenta un po’ e un attimo prima dell’intervallo il Benfica ne approfitta: Garay batte una punizione e pesca in area Luisao che i due centrali azzurri Albiol e Britos non avevano seguito. Pari e difesa del Napoli che deve lavorare ancora parecchio. In avvio di ripresa Benitez Manda dentro Rafael, Cannavaro, Maggio, Armero, Dzemaili e Mertens. E il Napoli riparte arrembate. Al 4′ un cross di Armero da sinistra trova Mertens che, solo, di testa da mette fuori da due passi. Ma il San Paolo esplode al 25′ quando Armero prova un tiro che diventa un assist, perche’ Higuain sta appostato al due passi da Artur e lo batte. Applausi a scena aperta che proseguono tre minuti dopo quando Benitez lo fa uscire per inserire Calaio’: missione primo gol compiuta. Ultimo brivido al 43′ quando Djuricic trova una gran conclusione da fuori che batte sul palo a Rafael battuto. Festa salva con la musica finale del nuovo inno del Napoli e danza delle nuove cheerleaders. E infine le ‘dolci’ note su twitter del presidente Aurelio De Laurentiis che annuncia il rinnovo fino al 2018 del contratto di Marek Hamsik

Ti potrebbero interessare anche:

Cavani porta il Napoli in paradiso. Parma espugnata, tre punti dalla Juve
Totti all'attacco: giù le mani dalla Roma
Ufficiale, Massimo Ambrosini è della Fiorentina
CALCIOMERCATO/ Inter, Balotelli può tornare
Juventus-Fiorentina 2-1, è subito Higuain
Cinquina del Torino al Cagliari



wordpress stat