| categoria: Cultura

Per la Notte di San Lorenzo Sergio Rubini legge Pascoli a Barga

“San Lorenzo, io lo so perché tanto di stelle per l’aria tranquilla arde e cade, perché si gran pianto nel concavo cielo sfavilla”. La notte di San Lorenzo fu sempre per Giovanni Pascoli la triste ricorrenza dell’assassinio del padre Ruggero, che ispirò anche i celebri versi del ‘X agosto'(Myricae, 1896). Per gli appassionati del poeta, il 10 agosto è diventata così la data simbolica degli eventi pascoliani. E proprio a Barga (Lucca), nella casa dove il poeta ha vissuto e dove è sepolto con la sorella Maria, la Fondazione a lui intitolata, con crescente successo di pubblico, organizza una serata di letture pascoliane. Per l’edizione 2013, stasera dalle 21,15, sarà Sergio Rubini a dare voce alle opere del poeta romagnolo. Scoperto da Federico Fellini, l’artista pugliese ha esordito alla regia nel 1990 con il film ‘La stazione’, e recitato in pellicole di successo dirette da Giuseppe Tornatore (‘Una pura formalità’), Antony Minghella (‘Il talento di Mr.Ripley’), Mel Gipson (‘La passione di Cristo’) e soprattutto in numerosi film di Gabriele Salvatores. Presentata da Luca Scarlini, con la regia di Vivien A.Hewitt e la direzione artistica del Maestro Luigi Roni, la serata dedicata a Giovanni Pascoli, inserita nel calendario degli eventi de ‘Il Serchio delle Muse’ e’ organizzata dalla Fondazione intitolata al poeta, dal Comune di Barga e dalla Misericordia di Castelvecchio. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Premio Nonino a Dell'Acqua, rivoluzione Basaglia non finisce
MOSTRE/ L'antica Stabiae rivive nella reggia mai vista
TV/ Rai2, i giovani di Infante sono "Senza peccato"
De Chirico, viaggio nella casa museo del grande pittore
Quadriennale Roma, Franceschini nomina Bernabè presidente della Fondazione
ARTE/ Claude Monet, veduta di Venezia venduta per oltre 15 milioni di euro



wordpress stat