| categoria: Dall'interno

Papa Francesco alle nazionali Italia e Argentina: “siate portatori di umanità”

Papa Francesco riceve un olivo dal quattro volte Pallone d'oro e capitano della nazionale argentina Lionel Messi

“Siate uomini nello sport e nella vita. Uomini, portatori di umanità”: così, Papa Francesco si è rivolto ai giocatori delle nazionali di Italia e Argentina, ricevuti oggi in Vaticano, alla vigilia dell’amichevole di domani all’Olimpico di Roma. Una partita che vuole essere un omaggio al Santo Padre, grande appassionato di calcio
“Cari amici, queridos amigos, facciamo metà in italiano e metà in spagnolo”. Così ha esordito il Papa e scherzando ha confidato: “Veramente sarà un po’ difficile per me fare il tifo… ma per fortuna un’amichevole, e mi raccomando che sia veramente così.
Papa Francesco si è poi rivolto ai giocatori. “Prima di essere campioni, siete essere umani, con pregi e difetti, aspirazioni e problemi: e allora anche se siete personaggi, rimanete sempre uomini nello sport e nella vita uomini portatori di umanità.
Voi, cari giocatori, siete molto popolari: la gente vi segue molto, non solo quando siete in campo ma anche fuori. Questa è una responsabilità sociale!”. “Mi spiego: nel gioco, quando siete in campo, si trovano la bellezza, la gratuità e il cameratismo. Se a una partita manca questo, perde forza, anche se la sqaudra vince. Non c’è posto per l’individualismo, ma tutto è coordinazione per la squadra. Forse queste tre cose: bellezza, gratuità, cameratismo si trovano riassunte in un termine sportivo che non si deve mai abbandonare: dilettante, amateur. E’ vero che l’organizzazione nazioale e internazionale professionalizza lo sport, e deve essere così, ma questa dimensione professionale non deve mai lasciare da parte la vocazione iniziale di uno sportivo o di una squadra: essere amateur, ‘dilettante’. Uno sportivo, pur essendo professionista, quando voltiva questa dimensione di ‘dilettante’ fa bene alla società, costruisce il bene comune a partire dai valori della gratuità, del cameratismo, della bellezza”. “E questo – ha detto ancora Jorge Mario Bergoglio – vi porta a pensare che, prima di essere campioni, siete uomini, persone umane, con i vostri pregi e i vostri difetti, con il vostro cuore e le vostre idee, le vostre aspriazioni e i vostri problemi. E allora, anche se siete dei personaggi, rimanete sempre uomini, nello sport e nella vita. Uomini, portatori di umanità”
Il Santo Padre si è poi soffermato sulla bellezza del gioco e sul dilettantismo. “Vorrei dire un incoraggiamento per il vostro lavoro: lo sport è importante, ma deve essere vero sport, mentre il calcio e le altre discpiline diventato un vero busness: promuovete un atteggiamento di dilettanti, che elimina il pericolo discriminazione. Quando le squadre vanno per questa strada, sparisce la violenza, che è un prolema che abbiamo, e tornano a vedersi le famiglie sugli spalti”.
Il Papa ha poi chiesto preghiere: “Pregate per me, perché anche io, nel campo in cui Dio mi ha posto, possa giocare una partita onesta e coraggiosa per il bene di tutti noi”.
Un po’ di allegra confusione ha caratterizzato la conclusione dell’udienza del Papa alle nazionali di Italia e Argentina, quando, finiti i discorsi ufficiali, Jorge Mario Bergoglio ha salutato uno per uno i giocatori. Mentre i calciatori italiani sono andati dal Pontefice più disciplinatamente, gli argentini si sono mossi in gruppo, nonostante l’invito di monsignor Guillermo Javier Karcher, segretario argentino del Papa, a mantenere la fila indiana. Alla fine, Bergoglio ha preso il microfono per chiosare: “In Vaticano dicono che sono indisciplinato, ora capite quale è la mia base”.
Piacevole sorpresa anche per Mario Balotelli che, alla fine dell’udienza, sgusciando tra i gentiluomini di Sua Santità, ha seguito il Papa che usciva dalla sala Clementina, rimanendo con lui alcuni minuti in colloquio riservato. Al rientro in sala, ‘Supermario’ non ha voluto riferire cosa si sono detti con Papa Francesco. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Prato: Inca-Cgil, ennesima tragedia sul lavoro
'NDRANGHETA/ Arrestata Rosy Canale, icona dell'Antimafia
Clima: peschi e mandorli già in fiore
Maltempo, neve al Nord e piogge violente al Centro-Sud. Code sull'Autostrada del Sole
Il Papa ai dirigenti Inps, non manchi il diritto alla pensione
Saldi al via. Da subito sconti più alti



wordpress stat