| categoria: politica, Senza categoria

Il partito dei sindaci pronto alla spallata: Comuni al collasso, dimissioni in massa?

I Comuni sono a rischio collasso. Potrebbero essere loro a dare la spallata definitiva al governo Letta, magari mettendo in campo azioni eclatanti come le dimissioni dei sindaci. Una protesta che in Europa ha già avuto un precedente in Grecia, precisamente in Macedonia, dove si è assistito alle dimissioni in massa dei primi cittadini per protestare contro i licenziamenti attuati dal governo di Atene nella pubblica amministrazione. Affari Italiani anticipa una risposta clamorosa alla crisi. Dicono all’Anci: “Se il governo non prenderà delle decisioni sulle tasse entro fine agosto – spiegano – nessuno riuscirà ad approvare i bilanci. Se questo non avviene andiamo a casa tutti, governo e giunte comunali. Credo che i prossimi 15 giorni siano fondamentali per il Paese e a cascata per la tenuta dell’esecutivo”.Anche l’eventuale introduzione della service tax nel 2014 non convince i primi cittadini perché “il governo in questo modo scaricherebbe proprio sui Comuni la responsabilità di applicare o menu l’imposta sulla prima casa”. A questo quadro poco confortante si aggiunge un altro elemento inquietante: “I 600 milioni di euro di Imu e Ici che mancano da anni nelle casse comunali non verranno restituiti perché il governo ha sbagliato le previsioni d’incasso e non sa dove andare a reperire le risorse. In definitiva i sindaci non avrebbero i soldi per pagare quanto è già stato speso. Se non si approvano i bilanci i comuni cadono e che cosa fanno mandano 8mila commissari?”

Ti potrebbero interessare anche:

Il pasticcio di Siena può costare caro. A Monti e a Bersani
Saccomanni provoca, da nazionalismi choc salutare
Casaleggio richiama i dissidenti, non si tratta con il Pd
Domeniche ecologiche, non atti di sadismo ma obblighi. Tronca derogherà?
ENOGASTRONOMIA/ "Foodies 2016", seicento nuovi indirizzi per viaggiatori golosi
Insulti ai giudici, Salvini rischia



wordpress stat