| categoria: editoriale, Senza categoria

Giovannini e le pensioni d’oro. Fate tacere quel ministro

RaiNews24, intervista al ministro del lavoro e politiche sociali Enrico Giovannini: argomento,le pensioni d’oro e la perequazione degli assegni pensionistici. Si parla di come gestire il problema e il ministro si avventura in un ragionamento che fa accapponare la pelle. Ci sono delle pensioni stratosferiche, c’è chi percepisce un assegno di 90mila euro al mese, ma tagliarle per redistribuire risorse sulle pensioni minime è inutile, non si raggiungerebbe una somma sufficiente a incidere e a risolvere la questione. Mentre se si toccano le pensioni relativamente ricche, quelle di 5-6mila euro, allora sì, allora si mette insieme un tesoretto utile. Deciderà il parlamento, sfuma il ministro, che non si imbarca in ragionamenti di fondo. Non dice che quelle pensioni sono uno scandalo, che andrebbero tagliate comunque per un discorso di equità, di giustizia, per una scelta morale, semplicemente parla d’altro. La casta non si condanna, si salva. Anche Giovannini appartiene a quella categoria di manager, di boiardi di Stato destinati a ricche pensioni. Lo scandalo è nel fatto che quei personaggi legittimanente – per così dire – hanno guadagnato somme più che considerevoli nel corso delle loro attività professionali e arrivano a fine corsa in condizioni super-agiate. Se anche la loro super-pensione venisse parzialmente dirottata a coprire le esigenze di chi ha avuto poco o niente nella vita e finisce gli ultimi anni in miseria non ci dovrebbe essere nulla da eccepire.Invece la casta ragiona diversamente e si tutela: tagliamo del dieci per cento le pensioni da 5mila a…..mila euro, così possiamo alzare le pensioni minime. Ma per chi ha una pensione da 5mila euro quel 10% incide, per chi guadagna 30- 50-90mila euro quel taglio scivola via. Come ragionano i nostri politici, i nostri governanti?

Ti potrebbero interessare anche:

Attacco di epilessia per il super rapper Lil Wayne. Ricoverato
QUIRINALE/ Delegata regionale fa l'uncinetto in Transatlantico
Shopping multinazionali in Italia, cento acquisti l'anno
Campidoglio, tagli alla cultura. A rischio le attività delle bliblioteche
Zingaretti insiste con le case della salute. Stanziati 5,5 milioni per 10 nuove strutture
USA 201/ Sanders vince nel West e non molla



wordpress stat