| categoria: attualità

Crotone, 141 falsi braccianti agricoli e imprenditore denunciati per truffa

Sono 142 le persone denunciate dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Crotone per una frode messa in piedi da un imprenditore agricolo di Petilia Policastro. Attraverso l’assunzione fittizia di braccianti agricoli, ha ottenuto i contributi comunitari e regionali. Le indagini, coordinate dalla Procura di Crotone, hanno rivelato il sistema truffaldino realizzato con fittizi contratti di affitto o comodato di fondi rustici, producendo autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, contraffacendo la firma di ignari proprietari terrieri, alcuni di essi deceduti. L’imprenditore stesso, per garantire un’apparente regolarità dei rapporti, ha prodotto ed esibito documenti di identità risultati falsificati mediante l’alterazione delle date di rilascio e di scadenza del documento. I finanzieri hanno dimostrato che l’azienda agricola non aveva terreni disponibili da coltivare e che le assunzioni esistevano solo sulla carta. I dipendenti hanno nel frattempo potuto beneficiare dell’assegno di maternità e dei benefici previdenziali. La truffa ammonta a 653mila euro all’Inps, a cui si aggiungono i 116mila euro mai erogati dall’imprenditore a titolo di contribuzione previdenziale a favore dei dipendenti, e altri 365mila euro all’Agea per l’eroe azione di fondi a sostegno dell’agricoltura. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Favia (grillino epurato) si candida con Ingroia:“Il suo programma in linea con le mie idee”
Fli indagato in lista, dimissioni in blocco in Friuli
Franceschini, stop per decreto agli ambulanti vicino ai monumenti
Rosboch uccisa da "demonio". La sua città non la perdona
L'Isis pensa ad attacchi con armi chimiche contro la Gran Bretagna
D'Amato: "Usate mascherina o dovremo richiudere



wordpress stat