| categoria: economia

Crisi, le famiglie tagliano la spesa a tavola del 4%

Carrelli della spesa sempre più vuoti a causa della crisi

Crolla la spesa degli italiani a tavola dall’olio di oliva extravergine (-10%) al pesce (-13%), dalla pasta (-10%) al latte (-7%). E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sugli effetti piu’ drammatici del calo del potere di acquisto provocato dalla crisi, sulla base dei dati Ismea-Gfk Eurisko relativi al primo semestre dell’anno che hanno fatto registrare complessivamente un taglio del 4% nella spesa alimentare delle famiglie italiane. A calare c`è anche la spesa per l’acqua minerale (-6%) e le bevande analcoliche gassate (-9%) mentre ad aumentare – sottolinea la Coldiretti – è la spesa per le uova (+4%) e per la carne di pollo naturale (+6%) come sostituti delle carni più care per garantire comunque un apporto proteico adeguato nell’alimentazione. Si riscontra in maniera generalizzata, un calo della spesa superiore a quello dei volumi acquistati, che fa pensare – sostiene la Coldiretti – ad un orientamento delle famiglie verso prodotti in promozione o di prezzo inferiore. Una conferma viene dal fatto che le vendite dei cibi low cost nei discount alimentari sono le uniche a far segnare un aumento nel commercio al dettaglio in Italia con un +1,3% mentre calano tutte le altre forme distributive a partire dai piccoli negozi che fanno registrare un tonfo del -4% nei primi cinque mesi dell’anno. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

FOCUS/ Confcommercio, effetto 80 euro quasi invisibile
Balzo del Pil Usa, vola a +5%, maggior aumento dal 2003
JOBS ACT/ Da maggio al via "Naspi", chi guadagna, chi perde
Nel pubblico si ammala un dipendente su 2. Uno su tre nel privato
Fmi alza le stime del Pil dell'Italia, sale il debito pubblico
Debito Grecia, accordo all'Eurogruppo



wordpress stat