| categoria: sport

Fiorentina domina,soffre e stravince al Ferraris

Prima domina e da’ spettacolo, poi soffre e rischia la clamorosa rimonta, ma alla fine stravince. E’ la Fiorentina di Gomez e Rossi, Borja Valero e Aquilani, Pizzaro e Pasqual: stende 5-2 il Genoa al Ferraris dopo avere chiuso il primo tempo 3-0 e, con una goleada perfino migliore di quelle di Juventus e Napoli, si candida anche lei per una corsa in testa. La squadra di Montella aveva chiuso la partita nel primo tempo con le reti di Aquilani, Rossi (papera di Perin) e Gomez, mostrando una superiorita’ imbarazzante per gli avversari. La differenza di tasso tecnico con i giocatori del Genoa, che hanno il traguardo della salvezza, e’ stata amplificata dalle scelte azzardate dell’ esordiente allenatore Liverani, a cominciare dall’allestimento di un centrocampo a tre (Kucka-Lodi-Biondini) a fronteggiare i cinque fuoriclasse del reparto avversario. Borja Valerio ha fatto quello che ha voluto, Aquilani ha anche segnato, Ambrosini, all’esordio in campionato in viola, ha chiuso tutti gli spazi, e Pizzaro ha ispirato le ali, specie Pasqual, micidiale con i suoi cross per Gomez. Nella ripresa, con Matuzalem ”aggiunto” al centrocampo rossoblu’, si e’ visto tutt’altro Genoa e la Fiorentina ha sofferto. Montella ha avuto comunque una buona risposta dai suoi dopo la gara di Coppa e anche l’assenza di Cuadrado, uscito malconcio dalla sfida europea non si e’ sentita. Liverani si mangia invece le mani per avere regalato un tempo al rivale e forse anche per avere fatto giocare uno spento Floro Flores. Si e’ iniziato a giocare cinque minuti in ritardo rispetto alle altre partite per risolvere un problema alla rete della porta difesa da Neto. Le emozioni sono pero’ arrivate subito. Al primo attacco la Fiorentina ha sfiorato il gol con Gomez, che ha deviato sul palo un cross basso da destra, e ha sprecato con Rossi che ha tirato alto da due passi la ribattuta. Ma dopo dieci minuti e’ gia’ vantaggio viola: su spiovente dal corner la palla arriva ad Aquilani che di testa batte Perin da due passi. Quattro minuti e il giovane portiere rossoblu’ regala il 2-0 agli ospiti: si allunga bene in tuffo su tiro da fuori di Rossi ma invece di respingere la palla se la fa carambolare alle spalle. L’unica reazione del Genoa e’ un colpo di testa di Gilardino parato da Neto senza problemi. Il dominio viola e’ senza pieta’, la prima del Genoa davanti ai suoi tifosi non poteva iniziare peggio. La faccia di Preziosi in tribuna e’ una smorfia. Anche Neto si esalta tra gli ospiti e fa una paratona su testata di Gilardino. I pochi lampi rossoblu’ non abbagliano i toscani che in chiusura del tempo chiudono la gara con Gomez, lesto ad anticipare i due centrali del Genoa su cross basso di Pasqual. Nella ripresa Liverani cambia modulo inserendo Matuzalem per Santana per infoltire il centrocampo e arriva il primo gol di Gilardino in questa stagione: un gran tiro al volo in corsa su assist, appunto, di Matuzalem. Ma la piccola gioia e’ spenta un minuto dopo dal quarto gol viola, di Rossi, lanciato da Gomez in contropiede. La posizione del tedesco e’ apparsa pero’ irregolare alla moviola. Le immagini tv hanno anche mostrato una trattenuta su Gilardino sottoporta ignorata dall’arbitro. Celi ha concesso il penalty poco dopo, per un’altra trattenuta al centravanti del Genoa e Lodi ha firmato il 2-4. Il ”nuovo” Genoa ha sfiorato anche il terzo gol, che poteva fare sperare in una clamorosa rimonta, sempre con lo scatenato Gila, su cui Neto ha pero’ parato d’istinto da un metro. La Fiorentina si e’ ripiegata per non esporsi e ha chiuso tutti i varchi. Montella si e’ pero’ innervosito e allo scadere e’ stato espulso per proteste con il quarto uomo. Nel finale il nuovo entrato Fernandez ha conquistato un rigore (espulso Sampirisi per il secondo giallo) e Gomez ha segnato il secondo gol italiano spiazzando Perin.

Ti potrebbero interessare anche:

Ancora un pari per la Juve con il Genoa. Stavolta c'è di mezzo un rigore negato
Psg-Barca, gli spagnoli fanno ricorso
CALCIO MERCATO/ Roma sogna Pastore, l'Inter Lavezzi
Serbia-Albania, la Uefa apre un'inchiesta
Samp come Babbo Natale, 2-2 all'Udinese in dieci
NUOTO/ Mondiali: Pellegrini e Paltrinieri, splendidi argenti nei 200 e 800 stile libero



wordpress stat