| categoria: esteri, In breve

A cena con Assad,la foto che imbarazza Kerry

Imbarazzo per John Kerry: dagli archivi fotografici della France Presse e’ emerso uno scatto che riprende l’attuale segretario di Stato e la moglie Teresa a cena in un ristorante di Damasco con il presidente siriano Bashar al Assad e consorte. La foto dell’elegante “quartetto” seduto a un tavolo del Naranj, considerato il miglior ristorante di tutta la Siria, e’ stata ripubblicata dal sito Buzz Feed e risale al febbraio 2009. Kerry, che ieri ha paragonato Assad a Adolf Hitler e Saddam Hussein, era all’epoca senatore del Massachusetts e presidente dell’influente commissione Esteri. L’americano e il siriano appaiono immersi in conversazione mentre le mogli li ascoltano e un cameriere porta al tavolo un vassoio con tre bevande verdi, probabilmente una limonata alla menta. Kerry era in quei giorni alla guida di una delegazione del Congresso andata in Siria per discutere idee su come far progredire la pace nella regione. La foto fa il paio con quella riemersa all’epoca dell’invasione dell’Iraq con il capo del Pentagono Donald Rumsfeld in visita a Baghdad che stringeva cordialmente la mano a Saddam Hussein. Lo scatto risaliva al 1983, quando il rais non era ancora considerato a Washington un feroce dittatore, ma uno dei principali alleati degli Stati Uniti nel Medio Oriente con cui Washington intendeva realizzare lucrosi affari insieme a imprese tra le quali i giganti Westinghouse, General Electric e Halliburton. Kerry ha visitato la Siria piu’ volte e ha incontrato Assad cinque volte tra il 2009 e il 2011 nella speranza che un accordo con Damasco potesse essere il primo passo per la pace tra Israele e palestinesi. Le visite avevano ispirato ottimismo nel futuro capo della diplomazia Usa. Nel 2011 Kerry pronostico’ che la Siria sarebbe cambiata “abbracciando una legittima relazione con gli Stati Uniti e l’Occidente e le opportunita’ economiche che ne conseguono”. Cosi’ non e’ stato. Ma Kerry non e’ il solo vip di Washington ad esser rimasto incantato dal presidente siriano: nel 2007, dopo un incontro di tre ore con Assad, l’allora speaker della camera Nancy Pelosi proclamo’ che “la strada di Damasco e’ una strada di pace”.

Ti potrebbero interessare anche:

I Forconi in versione Ue paralizzano Bruxelles
MUSICA/"Magazzino 18" di Cristicchi raddoppia, a Udine anche l'8 aprile
Muore a 25 anni Peaches Geldof, seconda figlia di Bob
Volkswagen, perquisizioni in azienda e in abitazioni, il capo Usa sapeva dal 2014
Obama dalla Merkel: schierare truppe in Siria «sarebbero un errore»
Rai: Anac, preliminare Fazio non conforme a codice contratti



wordpress stat