| categoria: turismo

Tra Barocco e arte contemporanea, Torino 3/a stella Michelin

Culla del Risorgimento e città dell’auto, capitale della radio e della televisione, Torino ha saputo rinnovarsi negli ultimi anni, trasformandosi in un polo culturale degno della terza stella Michelin, il riconoscimento della prestigiosa guida verde che l’ha messa al pari con Venezia, Verona, Ravenna e Milano.

Il modo migliore per scoprire il suo fascino barocco è perdendosi in lunghe passeggiate nel centro storico, dove si trova la più lunga strada pedonalizzata d’Europa, via Garibaldi, o i 18 chilometri di portici che conducono alle sponde del Po.

Basta alzare lo sguardo per lasciarsi sopraffare dal maestoso fascino della prima Capitale d’Italia: Palazzo Reale, Palazzo Madama, Palazzo Carignano, sede del primo Parlamento italiano, sono inseriti nel patrimonio Unesco. Ma si incontrano anche edifici sacri, come la cappella di Guarino Guarini che custodisce la Sindone.

Un’inconsueta visuale sul patrimonio architettonico torinese si può sperimentare a bordo del Tram storico, sul City Sightseeing, il bus turistico a due piani, o ancora sulla ‘dentiera’, la tranvia che si inerpica sulla collina fino alla juvarriana Basilica di Superga.

Sui battelli Valentino e Valentina si può apprezzare una città diversa, immersa nella quiete del verde sulle sponde del Po. La vista dall’alto riserva ulteriori sorprese: in cima ai 167 metri della Mole Antonelliana, che ospita il Museo nazionale del Cinema, oppure sul Monte dei Cappuccini, dove si trova il Museo della Montagna, lo sguardo si estende fino all’arco alpino ed è facile capire perché sia stata scelta proprio Torino per ospitare i Giochi Olimpici invernali del 2006.

L’offerta culturale ha pochi pari in Italia: ne fanno parte anche il Museo Egizio, secondo solo a quello del Cairo, la Pinacoteca Albertina, la Galleria d’Arte Moderna (GAM), che di recente ha rinnovato il suo allestimento come il Museo dell’Automobile.

Di nuova apertura sono anche il MAO, Museo d’Arte Orientale, il Museo del Risparmio e il Museo della Juventus. Torino è anche centro d’arte contemporanea, con le sue gallerie e il Museo nel Castello di Rivoli.

Ti potrebbero interessare anche:

Sermoneta, c'è la sagra più antica della polenta
PASQUA/Emilia Romagna, la festa è slow al Parco del Delta del Po
Natale 2015 in Toscana: mercatini, gli appuntamenti da non perdere
Turismo: 2 giugno sottotono a Venezia, mancano gli extraeuropei
Turismo religioso 'vale' 18 miliardi di dollari
Viaggio in Corea del Sud tra K wave e Olimpiadi



wordpress stat