| categoria: sport

Antidoping: Horner, vicintore della Vuelta, è irreperibile

Incaricati dell’Agenzia spagnola antidoping questa mattina si sono presentati di buon ora per eseguire un controllo su Chris Horner, fresco vincitore della Vuelta 2013, ma di lui nessuna traccia. Lo scrive ‘As’, aggiungendo che nella stanza dello statunitense c’era un altro ciclista e nell’albergo non è stato rintracciato. Nemmeno la squadra ha fornito spiegazioni sulla scomparsa.

Il controllo su Horner era stato richiesto dall’Agenzia antidoping statunitense (Usada) che da tempo monitora il corridore, afferma ancora As. Sia l’agenzia americana che quella spagnola hanno dovuto attendere la fine della Vuelta per eseguire il controllo, che durante la corsa compete solo all’Uci. Horner è incorso in un reato grave non facendosi trovare. Le norme antidoping puniscono infatti chi, come ha fatto lui, fornisce un indirizzo dove risulta invece irreperibile. Obiettivo dell’Usada era di misurare il livello di ematocrito. Fino alla fine della Vuelta sono gli organizzatori della corsa a essere responsabili per la sistemazione dei ciclisti, ma una volta terminata la gara il compito passa ai team. Horner è stato cercato nell’Hotel Princess di Alcorcon, località nei pressi di Madrid, perché quello era l’indirizzo fornito dalla sua squadra, la RadioShack.

Ti potrebbero interessare anche:

ROLAND GARROS/ Errani-Vinci ko, addio al titolo di doppio
Champions League, è febbre biglietti. Allegri: 'Manca ultimo passo, Barcellona battibile'
Juve, tanti infortuni. Allegri cambia ancora
Rugby, addio alla leggenda degli All Blacks Jonah Lomu
Ancora Bebe Vio, un'altra coppa del mondo di fioretto
Internazionali Roma, Djokovic trionfa per la quinta volta



wordpress stat