| categoria: primo piano

Videomessaggio di Silvio Berlusconi (ai suoi elettori)

Silvio Berlusconi durante il suo video messaggio


In attesa del voto della Giunta per le elezioni previsto per le 20.30 il video messaggio di Berlusconi, che dura ben 17 minuti, dà una notizia agli italiani: distingue il suo futuro giudiziario, condanna da scontare di un anno e la interdizione dai pubblici uffici, e il ritorno a Forza Italia. Che sarà un Pdl in una sorta di federazione.

IL MESSAGGIO – “Voglio parlarvi con sincerità. Siete certamente consapevoli che siamo precipitati in una crisi economica senza precedenti che minaccia il nostro benessere e il nostro futuro, il peso delle tasse e della spesa pubblica è eccessivo. occorre imboccare la strada maestra del liberalismo: meno stato, meno spesa pubblica, meno tasse. Con la sinistra al potere il programma sarebbe altre tasse, un costo più elevato dello stato e dei servizi pubblici. I nostri ministri hanno già messo a punto le nostre proposte per una vera riforma, per fermare il bombardamento fiscale che ci sta mettendo in ginocchio. Gli elettori non ci hanno mai consegnato una maggioranza vera, piccoli partiti hanno bloccato le riforme per far rinascere il paese, in primis per la giustizia. E proprio per la giustizia siamo diventati un paese in cui non vi è certezza del diritto, una democrazia dimezzata con una magistratura che gode di una totale irresponsabilità e immunità. Questa magistratura, in particola il suo settore di “magistratura democratica” è un contropotere in grado di condizionare gli altri poteri con l’obiettivo di una via giudiziaria al socialismo. Questa magistratura dopo Mani Pulite credeva di aver spianato la strada alla sinistra. Ma un estraneo della politica, un certo Silvio Berlusconi, portò in due mesi i moderati al governo”.

I PROCESSI E L’ATTACCO AI MAGISTRATI – E ha continuato: “I pm, subito, si scatenarono contro di me. Fecero cadere il governo con un’accusa dalla quale sono stato prosciolto. Da allora mi si sono scagliati contro con cinquanta processi che mi hanno tolto la serenità e hanno aggredito il mio patrimonio che e ha riconosciuto a un noto sostenitore della sinistra una somma pari a 5 volte le mie quote. Hanno attaccato me, la mia famiglia, i miei amici, i miei ospiti. Dopo questi processi credono di essere riusciti a estromettermi dalla politica. Ma quella sentenza non è definitiva: mi batterò per ottenerne la revisione in Italia e in Europa. Per condannarmi si sono impadroniti dei collegi che mi hanno giudicati, si sono inventati un nuovo reato, “ideatore di un sistema di frode fiscale”, non hanno voluto ascoltare 171 testimoni a mio favore”.

“SONO INNOCENTE” – “Sfidando la verità, sfidando il ridicolo, mi hanno condannato a 4 anni di carcere e all’interdizione dai pubblici uffici. Sono stato condannato nonostante abbia versato 10 miliardi di euro dal ’94 a oggi dal gruppo che ho fondato. Sono passati 20 anni da quando decisi di scendere in campo. Allora dissi che lo facevo per un paese che amavo e che amo ancora nonostante l’amarezza di questi anni e l’indignazione per questa sentenza, paradossale, perché io non ho commesso nessun reato. Io sono innocente. Io sono assolutamente innocente”.

MI VOGLIONO TOGLIERE DI MEZZO -“Ho dedicato la seconda parte della mia vita al bene comune, ho fatto del bene all’Italia da imprenditore, da uomo di sport, da uomo di stato. Per il mio impegno sto pagando un prezzo altissimo ma ho l’orgoglio di aver impedito la salita del potere a questa sinistra che non è mai diventata socialdemocratica, restata sempre la sinistra dell’invidia, del risentimento e dell’odio. Per questo adesso insistono nel togliermi di mezzo con un’aggressione violenta, pianificata, del loro braccio giudiziario visto che non sono stati capaci di farlo con gli strumenti della democrazia. Per questo adesso sono qui per chiedervi di aprire gli occhi, reagire e scendere in campo per combattere questa sinistra e l’uso della giustizia a fini di lotta politica. Questo male che vuole cambiare la storia della nostra Repubblica. Non vogliamo e non possiamo permettere che l’Italia resti imprigionata da una giustizia malata. E’ come per una brutta malattia, uno dice “a me non capiterà”, ma se ti arriva addosso entri all’inferno. Per questo dico a tutti voi, a tutti gli italiani onesti di buon senso, reagite, protestate, fatevi sentire. So bene quanto sia forte e motivata la vostra nausea verso questa politica, di scandali e liti. Proprio per questo occorre che noi tutti ci occupiamo della politica. E’ sporca ma se la lasciamo in mano a chi la sta sporcando sarà sempre più sporca. E’ arrivato il momento di svegliarci, di preoccuparci, di ribellarci, di reagire, di farci sentire. E’ arrivato il momento in cui tutti gli italiani responsabili, che amano la libertà, devono sentire il dovere di impegnarsi personalmente”.

FORZA ITALIA PRIMA DELLA CATASTROFE – “La cosa migliore da fare è quella di riprendere in mano la bandiera di Forza Italia: non è un partito ma un’idea, un progetto che unisce tutti. L’Italia degli uomini e delle donne che amano la libertà e vogliono restare liberi. Forza Italia è famiglia, vita, solidarietà. E’ la vittoria dell’amore contro l’odio. Sa che lo Stato deve essere al servizio dei cittadini. Forza Italia è l’ultima chiamata prima della catastrofe. Forza Italia sarà un vero e grande movimento di chi vorrà diventarne protagonista. Una forza che deve conquistare la maggioranza dei consensi per fare del bene. Maggioranza per liberarci dall’oppressione burocratica, giuridica. Ti dico: scendi in campo anche tu con Forza Italia, diventa un missionario di libertà, impegnati nei seggi elettorali per evitare che ci vengano sottratti troppi voti come è già accaduto. Chi vuole continuare a vivere in Italia deve occuparsi del nostro comune destino. Io sarò sempre con voi, al vostro fianco, decaduto o no. Si può fare politica anche fuori dal Parlamento, non è un seggio che fa un leader ma il consenso popolare che non mi è mai mancato e non mi mancherà in futuro anche se proveranno a eliminarmi dalla scena politica e privandomi della mia libertà personale. Sono convinto che mi state dando ragione. Sono convinto che condividete questo mio allarme e che risponderete a questo mio appello, testimonianza d’amore per la nostra Italia. E dunque Forza Italia, Forza Italia, Forza Italia. Viva l’Italia, viva la libertà. La libertà è essenza dell’uomo e Dio creando l’uomo lo ha voluto libero”.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Time intervista Grillo: "Solo grazie a me non parte la violenza, la gente non ne può più&quo...
Carrozza da sola tra i banchi del governo. Gli onorevoli Pdl tutti al telefono
"Google responsabile dei contenuti", la Corte di giustizia europea contro Big G
Vittoria di Renzi, alla Mogherini la politica estera europea.
Berlusconi: "Tajani ha sciolto riserva, sarà candidato premier"
M5s a Palazzo Chigi proporrà la revoca concessione ad Autostrade



wordpress stat