| categoria: Senza categoria, sport

SERIE A/ Cagliari-Samp,botta e risposta. E’ pari al 90°

Un botta e risposta nel giro dei tre minuti finali di recupero infiamma la sfida tra Cagliari e Sampdoria, che ormai sembrava andare verso la vittoria per i sardi. Ed è Manolo Gabbiadini, con una doppietta allo scadere e nell’overtime, a beffare il Cagliari che, dopo aver sostanzialmente dominato la gara, era riuscito a tornare in vantaggio con una punizione di Conti e sembrava aver messo in cassaforte i tre punti. Eppure la formazione di Lopez aveva giocato un primo tempo dominando sui blucerchiati: pressing costante, larghe triangolazioni e veloce circolazione con la palla, spesso di prima. La Sampdoria, intimorita, più un tiro iniziale di Obiang di poco accanto al palo, pareva in balia dell’avversario. Il gol è arrivato al 24′ grazie a Ekdal, che fuori dall’area doriana ha scambiato con Pinilla, ha saltato due difensori e ha fulminato Da Costa con un destro imparabile sotto la traversa. Il vantaggio fa rifiatare i rossoblù e la Sampdoria ne ha approfittato per riorganizzarsi e pressare, senza tuttavia impensierire Agazzi. A metà ripresa Lopez passa al 4-3-3 facendo esordire il macedone Ibraimi per Cossu, e il Cagliari torna in possesso della partita, pur non riuscendo a farsi pericoloso, se non con un tiro violento di Pinilla, respinto da Da Costa. Sembrava ormai fatta per i rossoblù ma a due minuti dalla fine è iniziato lo spettacolo finale. Il tiro di Gabbiadini, forte e centrale, ha trovato un Agazzi indeciso, che si è visto schizzare il pallone sotto il corpo e finire in rete. La reazione del Cagliari è furente, e due minuti oltre il 90′, in pieno recupero, arriva il ritorno al vantaggio, grazie a una punizione guadagnata da Pinilla, che Conti ha insaccato con un rasoterra preciso alla sinistra di Da Costa. Non è ancora finita però, perchè la Samp trova il pareggio insperato all’ultimissimo assalto: cross di Palombo, mischia in area, il pallone finisce sui piedi di De Silvestri che tira, e Gabbiadini devia di quel tanto per sbilanciare Agazzi, stavolta incolpevole, che inutilmente rincorre in rete il pallone della beffa finale per i sardi, e della gioia per i liguri.

Ti potrebbero interessare anche:

CHE TEMPO CHE FA/ De Filippi malandrina con la Littizzetto
Vidal su rigore stende il Monaco, la Juve vince 1-0
Sicilia, Crocetta quater stenta il decollo. C'è il nodo dei renziani
TIMCUP/ Alla Juve basta un tempo, 3-1 al Napoli
G7/ A Taormina chiusura sottotono. Il clima? Se ne riparlerà
Zingaretti nei guai, ostaggio del M5S sul bilancio



wordpress stat