| categoria: editoriale, Il Commento, Senza categoria

Iva, ci hanno preso in giro fin dall’inizio

Iva, ci hanno preso in giro fin dall’inizio, il ministro Saccomanni ha fatto la figura del complice di un omicidio che alla fine vuota il sacco – si dice così – nell’intervista al Corriere della Sera. Ha sempre saputo, fin dall’inizio, che l’aumento dell’iva non sarebbe stato scongiurato, ma ha tenuto il gioco a Letta, impegnato in un delicatissimo confronto con il Pdl. Ora solo Brunetta dice che l’operazione è possibile, mentre Fassina dice che si deve trovare una soluzione. Saccomanni minaccia di dimettersi. I soldi non si trovano, paga Pantalone comunque, e l’effetto dell’aumento sarà devastante. Ancora una volta siamo bloccati, non se ne esce. E fa rabbia avvertire il senso di impotenza di tutti. Non si possono limare le indennità della casta che governa il paese, quella che accumula cariche, careghe, gettoni, non si possono tassare per la bisogna le pensioni d’oro sopra i centomila euro annui? Pare che grattare quel superfluo (anche un po’ marcio) spaventi più del fallimento dell’intero sistema.

Ti potrebbero interessare anche:

Il turismo gay vale 3 miliardi e non conosce crisi
Si rovescia barcone tra Malta e Lampedusa, 50 morti. Almeno dieci sono bambini
Imu-Bankitalia, ok a forza con la "ghigliottina". Bagarre grillina in aula
Storace, il dg dell'Ater Viterbo va mandato in pensione
Viterbo, le ambulanze del 118 trasmettono l'elettrocardiogramma
ROMA/ Il parcheggio di piazzale dei partigiani diventa hi-tech



wordpress stat