| categoria: sanità

Allarme smart drug, piano italiano per fermare le nuove sostanze

Un Piano di Azione Nazionale per fermare le smart drug, le sostanze ‘furbè che si nascondono dietro pasticche dall’apparenza spesso innocua, decine di formule chimiche che usano la rete per arrivare nelle tasche di consumatori ignari. Il nuovo Piano di Azione Nazionale (NSP), realizzato dal Dipartimento delle Politiche Antidroga (DPA) in collaborazione con il Ministero della Salute, ha avuto il Patrocinio delle Nazioni Unite e di dieci società scientifiche, sarà presentato in maniera itinerante in 10 città italiane, a cominciare dalla prima tappa di domani 24 settembre con il primo corso di aggiornamento tecnico scientifico, che si svolgerà presso l’Università Cattolica di Roma e che proseguirà presso altrettanti centri collaborativi del Sistema Nazionale di Allerta Precoce. Il programma è stato presentato oggi a Palazzo Chigi dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin assieme a Giovanni Serpelloni, capo del DPA. Gli incontri riguarderanno gli operatori dei servizi per le tossicodipendenze, il personale di laboratorio, quello delle unità di emergenza-urgenza, fino al personale delle Forze dell’Ordine e a quello della magistratura. Scopo dell’iniziativa è quello di far conoscere e diffondere le nuove strategie nazionali per affrontare il fenomeno. La scorsa settimana la Commissione europea ha sollecitato i paesi membri a coordinare la lotta contro queste sostanze psicoattive. Il Dipartimento e il Ministero della Salute hanno recepito questa decisione e indicazione della Commissione Europea, contro il fenomeno che sta assumendo delle dimensioni preoccupanti, proprio in considerazione delle sempre più frequenti segnalazioni di nuove sostanze.

Ti potrebbero interessare anche:

SCHEDA/ Dal Pdl a Monti a Sel, poche ricette (e poco originali) sulla Sanità
La coscienza della cura, focus sui pazienti in stato vegetativo
Gli sprechi della sanità? Per consulenze esterne 790 milioni l'anno
Diminuita la spesa pubblica in sanità, è la prima volta in 20 anni
Salta il direttore del 118 di Palermo che si è fatto venire a prendere dall'elicottero ad Alghero
Stress da lavoro, medici italiani i più esauriti d'Europa



wordpress stat