| categoria: politica

Letta, “Un’umiliazione per l’Italia, penso alla fiducia”

Si fa sentire, da New York, anche Enrico Letta che è intenzionato a chiedere un immediato chiarimento nel governo e in Parlamento. “Domani appena atterrato a Roma mi reco da Napolitano per un chiarimento su come andare avanti”, ha detto il presidente del Consiglio. “Voglio decidere insieme a Napolitano le modalità. Voglio che tutto accada davanti ai cittadini, nel più breve tempo possibile”. Parole dure sono riservate alle dimissioni del Pdl, definite: “Un’umiliazione per l’Italia”. “La stabilità politica è necessaria per il nostro Paese” – ha sottolineato il premier -. “Ora ci si assuma responsabilità e poi valuteremo i passi successivi” ha ammonito. Trovo “assolutamente comprensibile il momento di profondo disagio e riflessione interna nel Pdl” – ha aggiunto il capo del governo – ma “da un muoia Sansone con tutti i filistei non ha da guadagnare Berlusconi, il Pdl e tanto meno l’Italia”. “Non parlo di dimissioni o di altra maggioranza, mi fermo qui. Voi correte troppo” – ha frenato il premier con i giornalisti -. “Abbiamo tante scadenze, abbiamo bisogno di un governo che affronti i problemi. Io so dove andare e lo dirò in Parlamento”.

Ti potrebbero interessare anche:

Otto punti per governare? Ecco la piattaforma del segretario Pd
Renzi marca a uomo Letta. La vera partita comincia dopo Capodanno
Dalla scuola al sociale, arrivano i nuovi cavalieri
Caos comunali, candidature in alto mare. Test Milano-Roma
GIUSTIZIA/ La riforma del processo penale è legge . Ecco cosa cambia
DIETRO AI FATTI/ Salvini edito da Casapound, che scandalo è?



wordpress stat