| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

IL RAPPORTO/ Rom, spesi circa 70 milioni in 6 anni

Una cifra tra i 69,8 e gli 86,2 milioni di euro. E’ quanto ha speso il Comune di Roma tra il 2005 e il 2011 per i campi rom secondo il rapporto “Segregare costa” curato da Berenice, Compare, Lunaria e Osservazione. Una cifra ancora incerta. Parlano di 86,2 milioni i dati contenuti nelle Relazioni al Rendiconto annuale del Comune e di 69,8 milioni di euro il dipartimento Promozione dei servizi sociali e della salute del Comune.

Nella prima cifra, infatti, “sono però compresi i fondi per la cosiddetta ‘emergenza nomadi’, erogati dal ministero dell’Interno al Comune di Roma e da quest’ultimo trasferiti alla Prefettura: 7,8 milioni di euro nel 2009 e 10 milioni nel 2011”. Dati privi di dettagli, spiegano le associazioni, ragione per cui nello studio si è preferito utilizzare i dati del dipartimento Promozione dei servizi sociali e della salute.
Per i circa 7 mila i rom che vivono negli 8 campi attrezzati della capitale e in altri insediamenti sono stati spesi 19,9 milioni di euro tra il 2005 e il 2011 per la gestione dei campi, per effettuare investimenti 12,6 milioni, per gli interventi curati dall’Ama 9,4 milioni e per la bonifica delle aree 8,1 milioni. Altri 6,5 milioni di euro sono stati spesi per “Lavori campi”, vale a dire gli interventi di manutenzione e 2,4 milioni “per servizi vari a sostegno delle famiglie rom”.
Altri 9,4 milioni circa sono stati impiegati per la scolarizzazione dei minori rom sempre tra il 2005 e il 2011. A questi soldi vanno aggiunti i costi sostenuti per l’estensione delle convenzioni 2005-2008 fino all’emissione dei nuovi bandi avvenuta solo nel 2009. “Solo per gli anni 2010 e 2011 sono stati resi disponibili i dati sulla spesa annuale effettivamente sostenuta – spiega il rapporto -, pari rispettivamente a 1.815.705 euro nel 2010 e 1.983.277 euro nel 2011. A tale spesa vanno aggiunti i costi di trasporto scuolabus, il cui totale non è stato possibile ricostruire”.

Non ci sono invece dati certi sugli sgomberi. “La documentazione ufficiale raccolta non ha permesso di ottenere informazioni – spiega il rapporto -. Secondo alcune stime, per ciascuno sgombero la spesa sostenuta varia tra i 15 e i 20 mila euro. L’Associazione 21 luglio ha censito 450 sgomberi solo nel periodo compreso tra il 31 luglio 2009 e il 24 agosto 2012, mentre le operazioni di smantellamento degli insediamenti “informali” citate esplicitamente nelle Relazioni al Rendiconto generale del Comune di Roma 2005-2011 sono 31”.

Ti potrebbero interessare anche:

Severino Antinori candidato alla presidenza del Lazio
Quell'auditorium mai nato a Pineta Sacchetti
Letta a Cesenatico sul palco per i 50 anni dei Nomadi
Un ufficio a tempo? E' un affare per tutti. La realtà dei 'business center' a Roma
Vegetariani meno in salute, rischio depressione e tumore
GOSSIP/ Charlie Sheen è sieropositivo



wordpress stat