| categoria: In breve

Pussy Riot: Nadejda in ospedale

Dopo una settimana di sciopero della fame, sono peggiorate le condizioni di salute della Pussy Riot Nadejda Tolokonnikova che oggi è stata ricoverata in ospedale. Due giorni fa, l’attivista, condannata nell’agosto 2012 a due anni di carcere (la pena finirà a marzo 2014) insieme con le altre due componenti della band per aver eseguito una “preghiera punk” anti-Putin nella cattedrale di Mosca, era stata trasferita nell’infermeria della prigione e le sue condizioni di salute erano state definite “pessime”. Nadejda Tolokonnikova, 23 anni, sposata e madre di una bimba di 5 anni, e’ in sciopero della fame dal 23 settembre.

Ti potrebbero interessare anche:

Commercio estero, a marzo saldo positivo per 3,2 miliardi
Corteo per Cucchi, la folla urla "assassini" davanti alla caserma dei CC
Natalia Estrada narcotizzata e derubata nel suo ranch
I legali di Cremonesi, Consiglio di Stato conferma l'illegittimità degli atti Cciaa
LA STORIA/ Usa, via bimba a coppia adottiva, "sono lesbiche"
Rogo Londra: 5 torri saranno evacuate



wordpress stat