| categoria: Roma e Lazio

Il governo “corregge” Marino, non si parla di contributi (per ora). Ma di controlli sulla regolarità della gestione

Il ministro Saccomanni

Nell’incontro di ieri tra il sindaco di Roma Ignazio Marino e lo staff del ministro Fabrizio Saccomanni non si «è parlato dell’erogazione di contributi al comune a carico della fiscalità generale». Lo riferiscono fonti del ministero dell’economia, facendo riferimento a notizie apparse oggi su alcuni organi di informazione. «A seguito di una specifica richiesta del sindaco di Roma Capitale – aggiungono le stesse fonti del Mef – in questi giorni i Servizi ispettivi di finanza pubblica della Ragioneria generale dello Stato hanno avviato una verifica ispettiva sulla regolarità della gestione amministrativo-contabile, volta a verificare il rispetto degli equilibri di bilancio, le cause di eventuali squilibri e, più in generale, il rispetto degli obiettivi di finanza pubblica». Il Mef ha dato la propria disponibilità – è stato spiegato – «ad assistere il Comune nella definizione di un piano di riequilibrio strutturale del proprio bilancio, da attuarsi anche attraverso la regolazione di alcune partite finanziarie tra la gestione commissariale e l’amministrazione comunale».

Ti potrebbero interessare anche:

Marino, ok alle droghe leggere. A mio figlio farei tenere la piantina in casa
Centocelle, nuovo sgombero in via delle Acacie e all'ex Hertz. Le famiglie nei residence
Concerto e chiusure per il 1°maggio, una giornata complicata
Comune, 40mila edifici a rischio per le scosse da Trastevere a Fidene
EMERGENZA ROM/ Nomadi a scuola di scippo, scoperta baby banda sulla Metro B: arrestati
Roma, niente telline a tavola per un mese: da domani fermo pesca



wordpress stat