| categoria: esteri

Il leggendario generale Vo Nguyen Giap muore a 102 anni

Il vietnamita generale Vo Nguyen Giap morto a 102 anni, in una foto del 2008

L’eroe dell’indipendenza vietnamita, l’ultimo rivoluzionario comunista del Paese. Ha cacciato via gli invasori giapponesi, francesi, americani, e a lungo si è battuto egregiamente anche con quel nemico invincibile che è l’avanzare dell’età

Vo Nguyen Giap , comandante geniale e spietato che ha guidato la guerra vietnamita vincendo prima i francesi e poi gli americani , è morto ieri. L’ultimo dei rivoluzionari della vecchia guardia del paese era arrivato a 102 anni.

Un eroe nazionale , Giap ha goduto di un lascito secondo solo a quella del suo mentore, il presidente per l’ indipendenza del Vietnam, il leader Ho Chi Minh.

Giap è morto in un ospedale militare nella capitale Hanoi , dove aveva trascorso quasi quattro anni

a causa di malattie.

Conosciuto come il “Rosso Napoleone” , Giap ordinò guerriglieri che indossavano sandali fatti di pneumatici auto per trascinare pezzi di artiglieria sopra le montagne in modo da accerchiare e distruggere l’esercito francese a Dien Bien Phu nel 1954 . La vittoria, definita improbabile (ancora oggetto di studio presso le scuole militari), ha portato al Vietnam la propria indipendenza e affrettò il crollo del colonialismo in tutta l’Indocina e oltre.

Giap poi sconfisse anche il Sud Vietnam nel mese di aprile del 1975, riunendo un paese che era stato diviso due stati: in comunisti e non comunista. Anche con pesanti perdite ha accettato di combattere per raggiungere i suoi obiettivi. Disse alla vigilia del 30esimo anniversario della caduta di Saigon, l’antica capitale sudvietnamita: “Abbiamo ancora combattuto, perché per il Vietnam , niente è più prezioso dell’ indipendenza e della libertà”, ripetendo la frase di Ho Chi Minh.

Giap fino agli anni Novanmta ha intrattenuto i leader mondiali nella sua casa in stile coloniale di Hanoi. Anche se ampiamente venerato in Vietnam , Giap fu la nemesi di milioni di sudvietnamiti che combatterono a fianco delle truppe statunitensi e fuggirono dopo la guerra negli Stati Uniti.

Nato il 25 Agosto 1911 , nella provincia di Quang Binh del Vietnam centrale , Giap fu attivo in politica nel 1920 e ha lavorato come giornalista prima di unirsi al Partito Comunista Indocinese . e fu incarcerato nel 1930 per un breve periodo per aver guidato le proteste anti- francesi, poi si laureò in legge all’università di Hanoi .

Fuggì dalla polizia francese nel 1940 dove incontrò Ho Chi Minh nel sud ovest della Cina prima di tornare nella zona rurale del nord del Vietnam per reclutare guerriglieri per il Viet Minh, un precursore per il sud insurrezione successivamente conosciuto come il Viet Cong .

Durante la sua permanenza all’estero, la moglie arrestata dai francesi morì in carcere. In seguito si risposò ed ebbe cinque figli.

Nel 1944 , Ho Chi Minh invita Giap ad organizzare e condurre le forze della guerriglia contro la giapponese invasore nella seconda guerra mondiale . Dopo il Giappone si arrese alle forze alleate l’anno successivo , il Viet Minh continuarono la loro lotta per l’indipendenza dalla Francia .

Giap era noto per il suo temperamento focoso e come stratega spietato , ma anche per essere un po ‘di un dandy . Alcune vecchie foto lo mostrano con i soldati in una tuta bianca e cravatta, in netto differenza di Ho Chi Minh , vestito in pantaloncini e sandali .

Giap non ha mai ricevuto alcun addestramento militare formale , scherzando , raccontava che aveva frequentato l’accademia militare “del bush”.

E ‘stato l’atto finale che ha portato al ritiro francese e gli accordi di Ginevra che divise il

Vietnam in nord e sud nel 1956 . Questo atto aprì la strada della guerra contro Saigon.

Contro le forze degli Stati Uniti con armi sofisticate e bombardieri B – 52 , i guerriglieri del Giap prevalsero nuovamente . Ma più di 1 milione di truppe sono morte in quella che è conosciuta in Vietnam come “la guerra americana”.

“Abbiamo dovuto usare il piccolo contro le grandi armi arretrate per sconfiggere le armi moderne” , Giap ha detto. “Alla fine , è stato il fattore umano che ha determinato la vittoria”.

Lo storico Stanley Karnow , che ha intervistato Giap ad Hanoi nel 1990 , lo ha citato dicendo : “Noi non erano abbastanza forti per scacciare mezzo milione di soldati americani , ma non era il nostro obiettivo. La nostra intenzione era quella di spezzare la volontà del governo americano e continuare la guerra” . Nel 1968 Giap era stato l’ideatore dell’offensiva del Tet, una delle più grandi campagne militari della guerra del Vietnam, lanciata il 30 gennaio 1968 durante i festeggiamenti del Capodanno lunare del Tet. Invece di aspettare la fine dell’accordo sul cessate il fuoco, arrivarono una serie di attacchi a sorpresa alle roccaforti degli Stati Uniti del sud di vietcong e le forze del Vietnam del Nord, alleate agli Usa. Giap aveva sempre smentito di essere lui l’artefice del sanguinoso attacco, si era opposto e la sua famiglia aveva confermato che lui era fuori dal paese quando iniziarono .

L’ offensiva del Tet scosse l’ottimismo degli Stati Uniti , alimentando il sentimento anti – guerra e spingendo il presidente Lyndon B. Johnson ad annunciare che non avrebbe cercato la rielezione. Ma ci sono voluti altri sette anni affinché il comandante Giap potesse vincere la guerra .

Il 30 aprile del 1975, le forze comuniste sfilarono per Saigon con i carri armati ei bulldozer aprirono le porte del Palazzo dell’Indipendenza .

“Con la vittoria del 30 aprile, gli schiavi divennero uomini liberi ”, disse Giap, Il prezzo da pagare fue per entrambe le parti enorme: morirono ben 3 milioni di comunisti e civili , circa 250.000 truppe vietnamite del Sud e 58.000 americani .

Durante la maggior parte della guerra, Giap fu ministro della Difesa, comandante delle forze armate e un membro anziano del Partito comunista vietnamita di governo, mentre stava per prendere il potere dopo la morte di Ho Chi Minh nel 1969. Invece la gloria per la vittoria nel 1975 non andò a non Giap , ma al generale Van Tien Dung , capo di stato maggiore generale.

Giap perse il ministero della Difesa nel 1979 e fu eliminato dalla potente Politburo tre

anni dopo. Si dimise, come vice primo ministro, nel 1991. Nonostante perdesse potere in ambito governativo, il sottile, l’uomo dai capelli bianchi, è diventato ancora più amato in Vietnam. Si ritirò ad Hanoi scrivendo il suo memorie. Continuò a portare sempre uniformi militari verdi o chiare. Ha continuato a commemorare gli anniversari di guerra e a ricevere i giornalisti stranieri a casa sua. Tra i dignitari stranieri che riceveva, Fidel Castro di Cuba . Nel 2003 , si sedettero a casa di Giap chiacchierando e ridendo sotto un ritratto di Vladimir Lenin , fondatore dell’Unione Sovietica. Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

India al voto, nazionalisti indù all'attacco del Gandhi
Ucraina. L'accordo per il cessate il fuoco sempre più disatteso
Ambasciatore Usa ferito a Seul da un attivista armato di rasoio
LIBIA/ Intesa Tobruk-Tripoli su futura struttura del governo?
Ciclone Trump, boicotta il dibattito e attacca Bruxelles
ANALISI/ Italia di nuovo in prima fila a Tripoli. Sperando che serva



wordpress stat