| categoria: Roma e Lazio

La stampa romana esprime solidarietà al collega Maurizio Cangemi

Il Direttivo della Associazione Stampa Romana protesta vibratamente per il trattamento riservato al collega Francesco Gangemi, 79 anni, arrestato ieri mattina su disposizione della Procura Generale della Repubblica di Catania e portato nella Casa Circondariale “San Pietro” dove deve scontare due anni di pena residua.
Il collega, secondo l’ordinanza della Procura Generale della Repubblica di Catania, a firma del sostituto procuratore generale Elvira Tafuri, sarebbe colpevole di diffamazione a mezzo stampa durante la direzione del periodico “Il Dibattito” e il rifiuto di rivelare la fonte delle proprie notizie.
Ancora una volta, sottolinea il Direttivo Asr, si colpisce la libertà di informazione applicando una norma che punisce comportamenti ritenuti perfettamente legittimi dalla Corte dei diritti di Strasburgo che ha ripetutamente affermato che nessuno Stato può ostacolare la funzione di “cane da guardia della democrazia” dei giornalisti.
Il Direttivo esprime solidarietà al collega Cangemi e chiede a tutti gli organismi di Categoria di mobilitarsi a difesa dell’autonomia dei giornalisti e del diritto dei cittadini a essere correttamente e liberamente informati.

«Spero che nei prossimi giorni la Camera riesca a approvare il provvedimento che abolisce il carcere per i giornalisti. La carcerazione di Francesco Gangemi, un pubblicista di 79 anni, francamente rappresenta un non senso e, insieme, un allarme al Parlamento che non riesce a chiudere il provvedimento». Lo afferma il presidente del Gruppo Misto alla Camera e vice presidente di Centro Democratico, Pino Pisicchio

Ti potrebbero interessare anche:

ROMA/Prefettura, revisione ed erogazione del salario accessorio
Campidoglio, timbra 554 ore di straordinari mai fatti: licenziato dipendente
Assemblea delle educatrici dei nidi, pronti a sciopero
NONCIPOSSOCREDERE/ Operatore Ama lava la macchina a Piazza del Popolo
Esercenti in piazza, il neo assessore al Commercio chiede un mese di tempo
Allarme rosso, Roma può fallire in tre anni se non cambia il decreto



wordpress stat