| categoria: sport

Lazio e Fiorentina stanche, Montella strappa il pari all’Olimpico

Le fatiche del giovedì di Europa League si fanno sentire e Lazio e Fiorentina non vanno oltre lo 0-0 nel posticipo della settima giornata. Un punto per parte che non smuove più di tanto la classifica delle due squadre, lontane dalle prime della classe e che sta stretto ai biancocelesti che hanno tenuto il pallino del gioco per tutta la partita andando vicino al gol in più occasioni. Bada più a difendersi che ad attaccare la formazione di Montella: l’attacco sulle sole spalle di Giuseppe Rossi non preoccupa la difesa della Lazio. Petkovic mischia le carte e conferma la Lazio dei giovani, mandando in campo la formazione che ha pareggiato 3-3 in Turchia con Cana in difesa, Biglia e Hernanes a centrocampo e i giovani Anderson e Perea in attacco. Montella risponde riproponendo l’albero di Natale preferendo Tomovic a Roncaglia in difesa, rilancia il recuperato Pasqual a sinistra e conferma Ambrosini, dopo la bella prova in Ucraina, in mediana. Davanti l’unica punta è Giuseppe Rossi, recuperato dall’infortunio muscolare patito lunedì scorso contro il Parma e fresco di convocazione in Nazionale. Nella serata del ricordo di Silvio Piola, con la Lazio in campo con una maglia celebrativa, la sfida dell’Olimpico finisce a reti bianche. Nel primo tempo la Lazio ha due chiare occasioni per passare in vantaggio al 12′ con il giovane Perea che sfrutta un errorea centrocampo di Pizarro e s’invola in area, a tu per tu con Marchetti però la sua conclusione finisce di poco a lato. Ci prova anche Hernanes su punizione, ma la conclusione del ‘profetà finisce alta sulla traversa. La Fiorentina fa possesso palla ma non è mai pericolosa. Giuseppe Rossi non riceve adeguato sostegno dal centrocampo viola ed appare isolato. Nella ripresa c’è ancora tanta Lazio. I biancocelesti spingono tanto ma manca di concretezza. Al 13′ Petkovic sostituisce Anderson con Floccari, l’eroe di Trebisonda. La Lazio diventa più aggressiva mentre dall’altra parte, la Fiorentina (che si rende pericolosa al 3′ con una punizione di Pasqual alta sulla traversa) continua sulla falsa riga del primo tempo, si difende ma non riesce ad essere pericolosa in attacco. La Lazio prova ad affondare da sinistra, Perea servito da Lulic (6’st) stacca di testa ma non inquadra lo specchio della porta. Al 15′ Marchetti respinge una punizione calciata da Giuseppe Rossi. La Lazio insiste, prova ad affondare con Floccari che al 22’ con un diagonale costringe Neto alla deviazione in angolo. Montella richiama in panchina Rossi e lo sostituisce con Vargas, a quel punto la Fiorentina non ha attaccanti e i biancocelesti provano ad affondare. Ma il forcing non ha successo. L’assalto biancoceleste non produce il tanto sospirato gol e finisce così, 0-0. Un punto per parte che serve a poco.

Ti potrebbero interessare anche:

Atletica: Mondiali;Bolt da leggenda,otto ori come Lewis
Super proposta a Conte, biennale da 4,5 milioni, coordinatore di tutte le nazionali
Sci, Gross fa grande l'Italia. Suo lo slalom di Adelboden
SERIE A:INTER SOLA IN TESTA,GATTUSO-MILAN ESORDIO AMARO
MALAGÒ PRONTO A ENTRARE IN FIGC,PRENDE FORMA LA SQUADRA
JOAO PEDRO SPAVENTA IL MILAN, HIGUAIN EVITA KO



wordpress stat