| categoria: sanità

Lorenzin: ora sblocco del turnover nella sanità

Sventata la stangata sulla sanità con la legge di stabilità ora si pensa alla «fase due». Anche se il settore nei prossimi anni sarà sottoposto comunque a riorganizzazioni e ristrutturazioni con il Patto per la Salute, per il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, i costi della sanità «sono stati messi in sicurezza». Un risultato portato a casa che non sarà a costo zero per le Regioni, chiamate alle loro responsabilità. «L’obiettivo è quello di combattere gli sprechi e ottenere uno sblocco del turnover del personale». Un annuncio a sorpresa vista la norma della Legge di Stabilità blocca invece le nuove assunzioni per turnover per il pubblico impiego fino al 2018. Nelle intenzioni del ministro quindi ci sarebbe quindi la strada di una forma di deroga per il settore. Nella sanità non c’è stato più un concorso per nuove assunzioni da dieci anni, «due generazioni sono rimaste fuori dal Servizio sanitario nazionale», è necessario ormai immettere nel servizio sanitario pubblico «culture e forze fresche». Nel settore ci sono 35 mila precari, di cui 10 mila medici. Il piano di investimenti è poi quello di accogliere «la sfida di una medicina avanzata, tecnologica e per questo anche costosa». Parco tecnologico quindi ma anche una ristrutturazione dei vecchio e obsoleti ospedali italiani, attraverso i fondi dell’unione europea che il nostro paese non ha utilizzato per molti anni. Lorenzin in proposito si è già confrontata con il ministro per gli Affari europei Moavero e quello per la Coesione territoriale Carlo Trigilia. «Uno o due miliardi di investimenti per gli ospedali porterebbero ad un valore dieci volte maggiore incidendo fino a un punto sul Pil» ha spiegato. In agenda c’è la certezza degli appuntamenti serrati con le Regioni per chiudere il Patto per la Salute. Il ministero conteggia molti miliardi di risparmi possibili. «Gli sprechi ci sono e molti» ha sempre ribadito il ministro

Ti potrebbero interessare anche:

Dall'insulto alle mani, oltre 1500 aggressioni al giorno a 118
STAMINALI/ Mamma di Sofia alla Lorenzin: venga a vederla, non le spezzi il futuro
Nuovo codice dei medici, sì alle nuove tecnologie ma senza rinunciare alla visita medica
Medicina, annullate le prove per la specializzazione. Per 11mila candidati tuto da rifare
Carceri come ospedali: malati 2 detenuti su 3. E' emergenza sanitaria dietro le sbarre
Giornata Mondiale Alzheimer, ogni tre secondi una nuova forma di demenza



wordpress stat