| categoria: sport

F1 INDIA/ Alonso spera ancora nel podio

«Spero ancora nel podio domani, ma tutto dipenderà da come si comporteranno le gomme morbide» usate dagli avversari. Per Fernando Alonso la gara di domani è una vera e propria scommessa o meglio una partita a scacchi giocata sul ruvido asfalto del circuito Buddh di Greater Noida privo del grande pubblico registrato nella prima edizione del 2011 e purtroppo anche di eccitanti sorprese. Il ferrarista spagnolo, che partirà domani in quarta fila dopo aver ottenuto l’ottavo miglior tempo alle qualifiche, non ha perso le speranze di arrivare sul podio dietro al prevedibile trionfatore Sebastian Vettel. «Se le morbide dureranno poco ci sarà parecchio traffico ai pit stop e allora penso che potrei lottare perfino per la vittoria insieme a Webber – ha detto ai giornalisti alla fine di una giornata caratterizzata afa e nebbia – ma se invece dureranno più a lungo del previsto sarà più difficile recuperare». Alonso ha deciso di partire con le gomme medium, ma non ha nascosto che la scelta è rischiosa. «È solo questione di questione di fortuna: ieri ho fatto 15 o 16 giri con questa mescola, mentre oggi ne ho fatti tre» e «soltanto domani vedremo se sarà la strategia è stata giusta o no». Con l’obiettivo di aumentare le chance di vittoria della Ferrari e «diversificare» i rischi, il compagno di squadra Felipe Massa partirà invece domani con i pneumatici morbidi. «Abbiamo pensato a lungo la strategia prima delle qualifiche – ha detto ancora Alonso – e dopo il Q2 ne abbiamo riparlato ma era molto difficile, siamo 50 e 50 perchè una gomma ti regala una posizione migliore in partenza, l’altra una gara senza traffico perchè chi ha le Soft rientrerà presto ai box». Lo spagnolo è convinto «che portando in gara due macchine con strategie diverse almeno uno tra me e Felipe dovrebbe riuscire ad aiutare la squadra nell’obiettivo di conquistare il secondo posto nel Mondiale Costruttori, la nostra priorità». Felipe Massa, che oggi ha ottenuto il quinto posto sulla griglia di partenza, ha ammesso di «essere soddisfatto della qualifica ma di aver perso tempo nel secondo settore» ma anche lui è ottimista sul Gran Premio di domani. «Quante volte la domenica è stata diversa dal sabato» ha aggiunto sottolineando anche lui l’incognita delle soft. Ancora una volta, quindi, sarà il rendimento delle gomme a decidere le sorti del Gp come ha ribadito anche Pat Fry, direttore dell’ingegneria Ferrari. «La gara di domani sarà certamente decisa dalla prestazione delle vetture in base a quella che sarà la scelta degli pneumatici in partenza. Noi abbiamo optato per due scenari diversi, anche se per entrambi i piloti sarà decisivo il passo che riusciranno ad avere con la mescola più morbida, all’inizio nel caso di Felipe, nel corso della gara per Fernando». Intanto, mentre cala il sipario sul campionato piloti dominato da Vettel, dato come favorito anche domani sul circuito Buddh, è tempo di bilanci. Per Alonso, che è secondo con 207 punti, è stata una «fantastica performance di cui sono orgoglioso. Abbiamo ottenuto il massimo che potevano dalla macchina». E poi: «anche se è duro per la Ferrari dover rinunciare alla vittoria nel campionato costruttori, lotteremo per il secondo posto».

Ti potrebbero interessare anche:

Confederation Cup, gioiello Neymar, Brasile sogna: 3-0 al Giappone
UNDER21/ Spagna-Italia 4-2: Furie Rosse troppo forti per gli azzurri
Lazio, furia Lotito e Petkovic in bilico
La Juve cala il poker nel derby, 4-1 al Torino
Doping: 16 mesi stop per Abbagnale jr
Phelps, l'uomo dei record, quarto oro a Rio



wordpress stat