| categoria: esteri

Siria, autobomba davanti a moschea. 40 morti

E’ salito a 40 morti il bilancio dell’esplosione di un’autobomba avvenuta ieri davanti ad una moschea nella regione di Damasco. L’esplosione è avvenuta, secondo l’osservatorio siriano per i diritti umani, ieri vicino ad una moschea a Wadi Barada, una località ribelle a 40 chilometri a nordovest di Damasco nel momento della preghiera.

Decine i feriti, molti dei quali in gravi condizioni. Secondo l’agenzia di stato Sana, l’auto è esplosa “mentre i terroristi la stavano riempiendo di esplosivo”. Tra le vittime, secondo l’agenzia, anche un bambino di sette anni.

La tv di Stato siriana ha intanto annunciato l’uccisione del capo dei miliziani qaedisti della cellula Jabath al Nusra, la formazione più feroce del fronte antiAssad. Abu Mohamed al Golani, dato per ferito già a maggio, sarebbe stato ucciso nella zona di Lakatia.

Ti potrebbero interessare anche:

Israele perde la pazienza, stop ai razzi di Hamas o invadiamo
Siria, jihadisti avanzano nella zona nord di Kobane
PORTOGALLO/ Passos nominato premier ma futuro incerto
TERRORISMO/ Carter, aumenteremo la pressione militare sull'Isis in Siria e Iraq
GERUSALEMME/ Poliziotta di 22 anni accoltellata a morte: uccisi i 3 aggressori
ILCASO/ Svizzera, ebrei invitati a fare la doccia prima di tuffarsi in piscina



wordpress stat