| categoria: primo piano

Così la Nsa spia le nostre telefonate, 46 milioni in un mese?

L’affare si ingrossa, e anche se noi italiani siamo vaccinati qualche problema ce lo facciamo. Secondo i dati del sito web Usa ‘Cryptome’, antesignano di Wikileaks, in un mese a partire dal 10 dicembre 2012 all’8 gennaio 2013 – lo stesso periodo preso in esame per la Francia – sono stati raccolti e controllati 46 milioni di cosiddetti ‘metadati’ telefonici (numero di telefono chiamato, identità del ricevente e del chiamante, durata della telefonata).
L’intelligence di Roma ha però comunicato di “non avere evidenze” sulle telefonate ‘spiate’ in Italia, invitando poi a prendere con le pinze le indiscrezioni di ‘Cryptome’ e a distinguere tra spionaggio e monitoraggio.

Un numero esiguo, comunque, rispetto alle miliardi di telefonate che si fanno in Italia in un mese, ma comunque indicativo di un controllo sempre presente anche sui telefoni italiani.

E’ quanto emerge da un’analisi del programma della Nsa ‘Boundless Information’, rivelato per prima a giugno dal britannico Guardian, in cui su una mappa del mondo (una sorta di ‘Google Maps’ degli 007 americani) su cui riuscivano a seguire e quantificare il flusso di informazioni tracciate.

Ma c’è di più: oltre al numero di chiamate tracciate, un altro documento diffuso da Cryptome dimostrerebbe come le priorità dell’intelligence Usa non riguarderebbero solo la prevenzione di atti terroristici ma anche controllare le intenzioni dei leader, il commercio e anche l’innovazione tecnologica.

Un documento in cui c’è anche l’Italia, che non è considerata un “target di alto livello”, bensì con un’importanza “below Germany” ovvero “sotto la Germania”. A Berlino, intanto, si va verso una commissione d’inchiesta del Bundestag. Lo ha chiesto l’opposizione, ma anche i partiti di maggioranza restano sulla stessa linea.

Ti potrebbero interessare anche:

E' la crisi, più fallimenti e meno divorzi
Il centrosinistra avanti dappertutto, Grillini fuori dai ballottaggi
Renzi a sorpresa guida il dialogo con M5S: ragioniamo
Responsabilità civile dei magistrati, sì della Camera alla legge
Francia al voto, il giorno della scelta
Vibo Valentia, autobomba a Limbadi muore ex candidato comunali, ferito padre



wordpress stat