| categoria: politica

Pdl: Alfano, leader e’ Berlusconi. Barbara, vogliono solo poltrone

“I sottoscritti consiglieri nazionali si riconoscono nella leadership di Silvio Berlusconi, ovviamente a cominciare da me. Questo sarebbe il primo rigo di ogni documento che io dovessi sottoscrivere”. Così Angelino Alfano a Bruno Vespa per il nuovo libro “Sale, zucchero e caffè. L’Italia che ho vissuto da nonna Aida alla Terza Repubblica” (Mondadori-Rai Eri). Alfano nel libro smentisce una raccolta di firme dell’ala governativa: “Non è vero che circola un documento degli ‘innovatori’ già da far sottoscrivere per il prossimo Cn”.

“Mio padre ha fatto molto per l’Italia – dice Barbara Berlusconi all’Huffington Post – . È da tutti riconosciuto come un grande imprenditore, ha creato decine di migliaia di posti di lavoro, ha segnato una fase della storia politica del nostro paese che non si è ancora conclusa e Berlusconi non può essere considerato un criminale”. Poi l’affondo: “Ci sono gli amici di sempre, quelli con cui lui ha costruito le imprese, che gli sono stati sempre accanto anche durante l’avventura politica, e che sono tutt’ora per lui amici fraterni, come Doris, Confalonieri, Letta, e altri… E poi..”. E poi “ci sono quelli, tanti, che hanno finto di sposare le sue idee politiche, ma che in realtà agivano per interesse personale. Per le poltrone e per il potere”. Un chiaro riferimento alla classe politica del Pdl: “Il loro interesse privato – aggiunge Barbara Berlusconi – unito a una palese inadeguatezza, oggi si manifesta in una totale assenza di idee e contenuti politici. Ed è questa oggi, forse, la cosa più grave”.

”Non ho mai avuto e non ho alcuna intenzione di impegnarmi in politica”. Lo afferma Marina Berlusconi ”di fronte alle ennesime voci e a ricostruzioni giornalistiche totalmente lontane da ogni pur minimo collegamento con la realtà”.

”Ancora una volta mi vedo costretta a smentire, e nel modo più tassativo” un ingresso in politica, afferma in una nota la figlia del Cavaliere. Marina Berlusconi, che è presidente di Fininvest e Mondadori, indica poi di voler continuare a fare il suo lavoro: ”Per la politica ho grande rispetto, ma amo moltissimo il mio lavoro e le aziende nelle quali sono impegnata da ormai oltre vent’anni. Questo è il mio passato e il mio presente, e questo sarà anche il mio futuro. Vi prego di prenderne atto”.

Confalonieri, spero né Marina né Barbara in politica – “Spero che nessuna delle due sia condannata a fare politica”. Lo afferma il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri a proposito di Marina e Barbara Berlusconi. Dicono che sia stato lei a convincere Marina a rimanere in azienda? “No, no, io sono quasi out, però quasi”, risponde Confalonieri ai giornalisti a margine dell’incontro annuale sui master organizzati da Pubblitalia. “Sì, un pò mi ascoltano”, conclude il presidente Mediaset rispondendo a chi gli chiede se la sua opinione è presa in considerazione.

Ti potrebbero interessare anche:

Barca nel tranello del finto Vendola, no all'Economia
Battista, faremo un nostro gruppo di ex M5S, sarà più democratico
SONDAGGI/Demopolis il 54% degli italiani dà ancora fiducia a Renzi
Due per mille, gli italiani snobbano i partiti: solo 325mila euro alla politica
IL PUNTO/ Flessibilità Ue, tasse e pensioni. La ricetta per la crescita
CAROVANA PER LA GIUSTIZIA: Bruno Contrada si è iscritto al Partito Radicale



wordpress stat