| categoria: turismo

Cresce il turismo “over”, dopo i 50 anni si viaggia di più

Il turismo senior cresce più di quello giovanile. E, grazie a un livello di spesa pari al 20% del totale (il 30% se si considera la sola spesa per l’acquisto dei pacchetti turistici) contribuisce in maniera significativa alla ‘salvezzà del settore. Sono i dati Eurostat comunicati oggi a Torino nell’ambito di un convegno sul turismo dei senior. L’evento, organizzato da AltraEtà – testata giornalistica on line dedicata al target senior – in collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Regione Piemonte, ha fatto il punto sugli strumenti per raggiungere in maniera capillare una fascia di popolazione già molto attiva in ambito turistico e destinata a crescere sempre di più. In Italia gli over 65 hanno ormai superato la quota del 20% della popolazione. Sono oltre 12 milioni e 300 mila, a fronte di una popolazione di poco superiore ai 60 milioni e mezzo. Nel 2021 saranno addirittura più di 16 milioni, pari al 26% della popolazione. I ‘Baby boomer’ – la generazione più numerosa di questi tempi – sono anziani per l’anagrafe, ma ancora in forze, attenti alla salute e alla forma fisica. E, soprattutto, attivi, con molti interessi e una sete di informazioni e di cultura superiore a quella dei giovani. Il 76% afferma di essere felice e il 44% vuole andare alla scoperta del mondo. Gli over 65 prediligono viaggiare in coppia: il 26% va alla ricerca di sole e mare, soprattutto in Italia, il 21% sceglie un turismo itinerante, cioè si mette in viaggio con spirito d’avventura, sia in Italia che all’estero, scegliendo dove fermarsi e dove andare sul momento. Il 14% punta invece sulle grandi capitali, mentre tutti gli altri si dividono tra mare, montagna, crociere e terme. «Forse è il caso di pensare a questa fetta della popolazione come una parte attiva della nostra società, che produce, consuma e crea lavoro – sottolinea Daniela Ameri, direttrice di AltraEtà – magari anche proponendo loro pacchetti, progetti, iniziativi, servizi ad hoc». Secondo i dati diffusi oggi, durante il convegno di Torino, la città degli ultimi World Master Games – «evento – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Alberto Cirio – che ha dato un chiaro segnale delle opportunità che questo target offre la sistema turistico – nel 2011 le persone gli over 65 hanno effettuato 91 milioni di viaggi vacanza di durata superiore alle 4 notti (+15%) e 32 milioni di viaggi all’estero (+20%), con una spesa complessiva di 53 milioni di euro (+32%). Spesa che, per altro, rappresenta un quinto di quanto si spende in Italia per le vacanze.

Ti potrebbero interessare anche:

Anno nero, il 4,3% degli operatori turistici costretto a chiudere i battenti
Con la ciaspole tra le meraviglie della bassa Val d'Aosta
Epifania sulla neve: tutto esaurito al nord
TURISMO/Il Chianti in un click: nuovo ecomuseo digitale delle terre di Siena
Capodanno a Genova, cena all'Acquario, teatri e concerti
IN VIAGGIO/ Svizzera, macinare la farina e guidare il battello a vapore



wordpress stat