| categoria: Roma e Lazio

RIFIUTI/ Falcognana? Il ministro dell’ambiente non ha ancora firmato il decreto

In merito a quanto affermato in una nota dal Presidio No discarica Divino Amore e ripreso da alcune agenzie di stampa secondo cui il Ministro dell’Ambiente avrebbe adottato il 30 settembre 2013 un decreto attinente al sito di discarica in località Falcognana, si precisa che sino alla data odierna il Ministro dell’Ambiente non ha firmato il decreto relativo alla proposta, fatta dal Commissario Prefetto Sottile, del sito ubicato in località Falcognana per lo smaltimento dei rifiuti urbani di Roma Capitale». Così in una nota il ministero dell’Ambiente. «Ciò a cui la nota del comitato fa riferimento – si legge nel comunicato del ministero – è il decreto ministeriale adottato appunto in data 30 settembre 2013 con cui è stato modificato il precedente d.m. 27 giugno 2013, a sua volta recante proroga del Commissario Sottile fino al 7 gennaio 2014. Sia il d.m. 27 giugno 2013 che il d.m. 30 settembre 2013 hanno specificato le competenze e i poteri del Commissario Sottile per la gestione della situazione di grave criticità nella gestione dei rifiuti nella Provincia di Roma, nel rispetto dell’art. 1, comma 359, legge n. 228 del 2012, che contempla la nomina del Commissario e ne definisce i poteri al fine di consentire l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari a superare la situazione di grave criticità ma che non includono quelli per la individuazione di un nuovo sito di discarica, per la cui definizione occorre uno specifico e separato decreto ministeriale di approvazione».

Ti potrebbero interessare anche:

Multiservizi, i lavoratori esultano: sospeso appalto Cns, salvati i nostri posti di lavoro
Metro C, l'11 ottobre apre la prima tratta. Ma la strada è ancora in salita
Ranucci (Pd), stop alla Roma-Latina? Malinteso da chiarire
La monnezza a cinque stelle, meno male che c'e' l'ex Pizzarotti a soccorrere Roma
Raggi e Atac staccano la luce alla casa rifugio per vittime di violenza: dentro 15 donne e 7 bimbi
La strategia di Salvini per prendersi Roma



wordpress stat