| categoria: politica

Primarie, Renzi straccia tutti. In 9 milioni voterebbero Pd

Matteo Renzi, secondo un sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis ad un mese dal voto, risulta oggi nettamente in testa, quale candidato alla Segreteria, nelle preferenze degli elettori del Partito Democratico. Il Sindaco di Firenze, con il 66%, supera Gianni Cuperlo, attestato al 21%, e Pippo Civati, posizionato al 10%; si ferma al 3% Gianni Pittella. “Prescindendo dalle preferenze espresse da tutti gli elettori o dalle scelte degli iscritti al PD, la forza effettiva dei candidati – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – si misurerà comunque nella sfida delle Primarie aperte dell’8 dicembre, su cui pesa significativamente l’incognita della partecipazione.

Appena il 16% degli elettori del PD prevede di votare certamente per la scelta del nuovo Segretario. L’11% afferma di non avere ancora deciso; il 73% degli elettori del PD – conclude Vento – esclude invece di recarsi ai gazebo l’8 dicembre”. Dopo la delusione elettorale di febbraio, è iniziata intanto per il PD una fase di ripresa del consenso: in numeri reali, pur penalizzato da un’astensione dichiarata da quasi un terzo del corpo elettorale, il Partito Democratico – secondo i dati del Barometro Politico Demopolis per il settimanale l’Espresso – otterrebbe oggi circa 9 milioni di voti: decisamente di più del febbraio scorso, ma ancora ben lontano dai quei 12 milioni conquistati alle Politiche del 2006 e del 2008.

Ti potrebbero interessare anche:

Renzi, non medio. Aumento la tassazione delle rendite, abbasso il costo del lavoro
MOSE/ Orsoni, l'opposizione chiede le immediate dimissioni
Jobs Act, il premier delega il Parlamento: sugli statali decidano le Camere
Jeans e giacca mimetica, Renzi è in Libano
Wi-Fi a bordo e voli transoceanici: è a Fiumicino l’Air Force One di Renzi
Anticorruzione 'al verde', Cantone: I fondi li abbiamo ma non possiamo spenderli



wordpress stat