| categoria: Roma e Lazio

Uccide padrone di casa, vittima colpita alla testa

Ci sarebbero motivi economici alla radice della violenta lite tra inquilino e padrone di casa che questa mattina è sfociata nel sangue a Cisterna di Latina. Secondo una prima ricostruzione del commissariato di Cisterna e della Squadra mobile di Latina, intorno alle 8,30 il proprietario dell’appartamento di via Valnerina, nel quartiere di Sant’Ilario, è andato nella casa affittata da circa nove mesi da un operaio romano di 37 anni. I due hanno cominciato a discutere, probabilmente a causa del pagamento dell’affitto, poi l’operaio ha afferrato un’accetta e ha ucciso l’uomo con diversi colpi sulla testa. Subito dopo ha composto il numero della polizia e ha raccontato tutto, aspettando l’arrivo delle forze dell’ordine per consegnarsi. Ruggero D’Amato, 54 anni, la vittima dell’omicidio era residente ad Aprilia, dove viveva con la moglie e i figli. Il 37enne si trova ora in stato di fermo al commissariato di Cisterna con l’accusa di omicidio volontario. Intanto il medico legale ha effettuato un primo esame esterno sul corpo confermando che D’Amato è stato ucciso da diversi colpi alla testa inferti con un’arma da taglio

Ti potrebbero interessare anche:

Benvenuti a sprecopoli, il Lazio è un disastro:lo dice la Corte dei Conti
IL CASO/ Prefetto distratto, tace il Governo, dopo oltre 40 giorni Cusani è ancora presidente
INCENDI/Lipu: attentato a oasi Roma, distrutto centro visite
Gestione immobili enti, Finanza in Regione, indagato super-dirigente Guido Magrini
ELETTORANDO/ E la Meloni rompe gli indugi: "Partiamo, e niente apparentamenti al ballottaggio&q...
RIFIUTI: RAGGI REVOCA CDA AMA, VIA BAGNACANI



wordpress stat