| categoria: sport

F1/ Ferrari addio, dopo otto anni Massa sale sulla Williams

Ancora due gran premi e, dopo otto stagioni con la Ferrari, dal 2014 Felipe Massa sarà un pilota della Williams. Prenderà il posto del venezuelano Pastor Maldonado, ha annunciato la scuderia britannica. Suo prossimo compagno sarà il finlandese Valtteri Bottas. A 32 anni Massa inizia una nuova avventura, ma – come ha detto domenica al Mugello, salutando i tifosi – la Rossa gli resterà sempre nel cuore. Non potrebbe essere altrimenti, dopo 137 gare in Formula 1 con il cavallino rampante dipinto sulla carrozzeria, 11 vittorie (tutte quelle ottenute fino ad ora in carriera), 36 podi e 15 pole. Il rimpianto più grande resta il titolo mondiale sfiorato nel 2008, quando arrivò solo il secondo posto, nonostante sei successi. Fu Lewis Hamilton a soffiarglielo nell’ultima gara, proprio in Brasile. Il ricordo più brutto nel 2009 quando, durante le prove del gp d’Ungheria, una molla staccatasi dalle sospensioni della vettura di Rubens Barrichello lo centrò sul casco facendogli vedere la morte in faccia e fermandolo per il resto della stagione. Alla Ferrari, dove arrivò nel 2006, Massa aveva sostituito proprio il connazionale Barrichello come vice di Schumacher. Ma della Rossa era stato già collaudatore nel 2003. Quindi tre anni di apprendistato in F1 al volante della Sauber (2002, 2004 e 2005), motorizzata con il propulsore italiano. Sir Frank Williams, fondatore e responsabile dell’omonima scuderia, gli ha dato il benvenuto con parola importanti: «È un talento eccezionale ed un autentico combattente in pista. Porta alla Williams la sua grande esperienza nel momento in cui stiamo aprendo un nuovo capitolo della nostra storia». «La Williams è una delle scuderie più importanti e più titolate in F1 – ha contraccambiato Massa – Quando ero ragazzino sognavo di correre con Williams, Ferrari o McLaren e sono orgoglioso di aver firmato con un’altra icona di questo sport, dopo gli anni trascorsi in Ferrari». Che nel 2014 schiererà Fernando Alonso (regolarmente in pista ad Austin, nonostante l’infortunio alla schiena subito ad Abu Dhabi) e Kimi Raikkonen. Alla Williams il titolo mondiale manca dal 1997, quando se l’aggiudicò con il canadese Jacques Villeneuve. In quello stesso anno la scuderia britannica vinse l’ultimo dei suoi nove titoli costruttori.

Ti potrebbero interessare anche:

La Roma blinda Totti: «Rinnovo? Se lo sta meritando sul campo»
MONDIALI/E' il vero Brasile, 2-1 alla Colombia e via libera alla semifinale con la Germania
Inter, Mancini offre 20 milioni per Candreva
Coppa Italia, Sassuolo poco ispirato. Il Cagliari ne approfitta
La Juve travolge il Palermo, 4-1
MONDIALI:GLI DEI CONTINUANO A CADERE, RUSSIA FA FUORI SPAGNA



wordpress stat