| categoria: In breve, Senza categoria

CASO ESCORT/ Tarantini e Began rinviati a giudizio a Bari

L’ex imprenditore Giampaolo Tarantini, il fratello Claudio e la cosiddetta ‘Ape reginà, Sabina Beganovic (nota come Began) sono stati rinviati a giudizio, unitamente ad altre quattro persone, dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Bari Ambrogio Marrone nell’ambito dell’inchiesta sulle donne, molte delle quali escort, che il primo portò negli anni 2008-2009 nelle residenze di Silvio Berlusconi, all’epoca premier. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione per delinquere finalizzata all’induzione, al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione. Oggi per un difetto di notifica è saltata l’audizione di Bernardino Mastromarco, autista e factotum di Gianpaolo Tarantini che la Procura riteneva a conoscenza di circostanze importanti. Il giudice ha rinunciato alla sua audizione e ha rinviato la sentenza nei confronti dell’avvocato Totò Castellaneta al prossimo 10 dicembre. Si tratta dell’unico indagato che ha scelto il rito abbreviato. A processo anche Letizia Filippi e Francesca Lana, e gli amici di Tarantini, Pierluigi Faraone e Massimiliano Verdoscia.

Ti potrebbero interessare anche:

MATURITA'/ E' il colloquio la prova più temuta, fa paura a 7 studenti su 10
Zeman rimonta Mihajlovic, Cagliari-Sampi finisce 2-2
South Stream addio. Gazprom, progetto chiuso per sempre
Roma, violenta rapina alla stazione Termini, gli rubano il portafogli e lo pestano a sangue: due arr...
Inaugurata a Palermo la prima Libreria del Mediterraneo
RYANAIR: SCIOPERO 'EUROPEÒ, CANCELLATI 400 VOLI



wordpress stat