| categoria: In breve

Shoah, il negazionismo è reato secondo l’Unione delle Camere Penali

L’Unione delle Camere penali rilancia la battaglia contro contro l’introduzione del reato di negazionismo, oggetto di un recente emendamento depositato in Commissione Giustizia del Senato. Per ribadire le ragioni del «no» a un «innegabile reato di opinione» i penalisti hanno organizzato per venerdì prossimo un convegno a Roma al quale parteciperanno esponenti del mondo accademico e del giornalismo (a coordinare la tavola rotonda sarà Paolo Mieli). «A coloro che negano la Shoah bisogna rispondere con le armi della cultura, e, se si vuole, con la censura morale, ma non con il codice penale», ribadisce l’Ucpi nell’annunciare l’iniziativa. Il rispetto che si deve al «dramma della Shoah, e alle milioni di vittime innocenti che ha travolto dovrebbe consigliare ai legislatori di evitare di trasformare il codice penale senza tener conto dei principi fondamentali del diritto moderno, abbandonando la via della risposta reattiva rispetto ai fatti di cronaca ed imboccando quella di un diritto penale minimo e costituzionalmente orientato».

Ti potrebbero interessare anche:

Un altro Kennedy e un altro Bush si affacciano sul palcoscenico politico Usa
STAMINA/Spedali Civili Brescia: 36 i pazienti in trattamento
Cade sul ghiaccio, Milly Carlucci in ospedale
Udine, conosce un ragazzo in discoteca e tenta di evirarlo: fermata una 30enne
Cannes, quintetto francese tra amore, politica e sesso
Bellegra, il sindaco revoca le autorizzazioni agli NCC



wordpress stat