| categoria: salute, Senza categoria

Lotta al colesterolo, nuove rivoluzionarie linee-guida

Rivoluzione negli Usa sul fronte del trattamento del colesterolo e nella prevenzione di malattie cardiache, infarti e ictus: i massimi esperti dell’American Heart Association e dell’American College of Cardiology hanno emesso oggi nuove linee guida che dovrebbero di fatto raddoppiare il numero dei pazienti che assumono i farmaci a base di statine. Nuova parola d’ordine nell’approccio alle terapie per mantenere basso il colesterolo – dicono i cardiologi – è «ignorare i numeri»: se finora le statine venivano prescritte in base ai livelli del colesterolo ‘cattivò (LDL) presenti nel sangue, le nuove raccomandazioni eliminano completamente le cosiddette ‘sogliè di pericolo in termini numerici, e suggeriscono l’uso di «specifici fattori di rischio» . In particolare i medici dovranno risponedere a quattro domande per ogni paziente: è il paziente malato di cuore? è malato di diabete? ha un colesterolo ‘cattivò sopra 190? è il suo rischio di infarto a 10 anni – calcolato sulla base di specifici fattori – superiore a 7.5? Se la risposta ad una sola di queste domande è ‘sì, il paziente verrà trattato con le statine. Per gli altri, cambiamenti nello stile di vita e nella dieta saranno sufficienti. «Ciò che le nostre raccomandazioni dicono in pratica – ha spiegato il presidente del comitato che ha approvato le indicazioni Neil Stone – è che non importa solo abbassare il colesterolo ma anche ‘comè si riesce a farlo».

Ti potrebbero interessare anche:

Latina, nasce il distretto turistico pontino
RIFIUTI/ Pubblicato dall'Ama il bando di gara per 2,6 milioni di tonnellate di indifferenziati
Magri con la pancia gonfia? E' più pericoloso dell'essere obesi
Spritz for five, esce Ep solo voci, senza strumenti
CASSAZIONE/ Sindrome di down mai diagnosticata in gravidanza, niente risarcimento
In Italia da 15 a ventimila aborti clandestini. Ma solo 42 indagati



wordpress stat