| categoria: In breve, Senza categoria

Vodafone raddoppia gli investimenti, 3,6 miliardi in due anni

Vodafone alza la posta in Europa con un piano di investimenti da 8 miliardi di euro. La scommessa è trovare nuove opportunità di crescita nella banda ultra larga ma anche credere in una ripresa economica del Vecchio Continente nei prossimi mesi. In particolare con il ‘Piano Primaverà (Project Spring) investirà 3 miliardi di euro nella regione e raddoppierà, portandoli a 3,6 miliardi di euro, gli investimenti previsti in Italia per i prossimi due anni. «Con questo programma acceleriamo ulteriormente i nostri piani per costruire una rete più forte e servizi differenziati per i clienti» commenta il ceo del gruppo Vittorio Colao che nello stesso momento licenzia i conti semestrali con un ritorno all’utile (dopo le svalutazioni dell’anno scorso) per quasi 18 miliardi di sterline, ricavi in crescita del 2,5% a 19,1 miliardi e conferma gli obiettivi per l’intero anno (utile operativo a 5 miliardi), oltre a distribuire un acconto sul dividendo di 3,53 pence con l’intenzione di arrivare a pagarne 11 nell’intero anno. In Italia il semestre si è chiuso con ricavi da servizi pari a 3,057 miliardi di euro (-11,1% al netto dell’impatto della riduzione delle tariffe di terminazione) mentre si evidenzia la rapida crescita dei ricavi da pacchetti integrati (+83,9%). Il nuovo piano prevede la copertura delle 150 principali città con la rete in FTTC e l’obiettivo di raggiungere entro il 2016 un quarto della popolazione italiana, ovvero 6,4 milioni di famiglie e imprese. I ricavi da servizi nel Sud Europa sono scesi del 14,9% (-10,6% escludendo l’impatto delle tariffe di terminazione) mentre nell’area Africa, Medio Oriente e Asia Pacifico i ricavi sono cresciuti del 5,8 per cento. «Siamo incoraggiati – spiega Colao – dalla previsione di un ritorno alla crescita economica nei prossimi due anni e la possibilità di un cambiamento di attenzione normativo per sostenere maggiori investimenti del settore e di consolidamento». Gli investimenti «miglioreranno la performance competitiva e daranno interessanti ritorni. Ci aspettiamo – spiega il gruppo – di generare un free cash flow di oltre 1 miliardo di sterline nel 2019 e intendiamo aumentare annualmente i dividendi». E secondo Moody’s Vodafone potrebbe fare da apripista: l’agenzia di rating prevede un rapporto medio capex/ ricavi di circa il 18% o più nel 2014 tra gli operatori di Tlc in Europa.

Ti potrebbero interessare anche:

"Inferno". Ispirato a Dante e ambientato in Italia il nuovo romanzo di Dan Brown
Boldrini casual alla kermesse della Confindistria
Tsipras, l'anti-Renzi greco che seduce il popolo Sel
Cassazione: i film porno? Lecito vederli in pausa pranzo
Brasile, Lula nominato al governo da Rousseff: esplodono le proteste
Banche: Visco e Padoan non escludono intervento pubblico



wordpress stat