| categoria: economia, Senza categoria

Dal Fisco in arrivo 75 milioni di rimborsi per 96mila disoccupati

Rimborsi sotto l’albero di Natale per 96 mila contribuenti “disoccupati”. Sono in arrivo 75 milioni di euro di rimborsi Irpef per chi ha perso il lavoro ma, in base ad alcune novità introdotte, ha potuto comunque presentare il modello 730 entro settembre. L’annuncio è dell’Agenzia delle Entrate, che ha così attuato in fretta le nuove norme relative ai rimborsi con il 730.
“75 milioni di euro di rimborsi fiscali sotto l’albero di Natale per gli oltre 96mila contribuenti – annuncia l’Agenzia in una nota – che, non avendo più un datore di lavoro e vantando un credito fiscale, hanno usufruito dell’opportunità offerta dal Decreto del Fare di presentare il modello 730 Situazioni particolari (Sp) lo scorso settembre”. A partire dal 15 dicembre – spiega l’Agenzia – i contribuenti che hanno comunicato il proprio codice Iban, riceveranno i rimborsi direttamente sul proprio conto corrente. Per tutti gli altri contribuenti, a partire dal 21 dicembre, saranno, invece, disponibili presso gli uffici postali i rimborsi in contanti.
A regime, e quindi dal 2014, i contribuenti che non hanno più un posto di lavoro, potranno presentare la dichiarazione 730 non soltanto nel caso di somme a
credito, ma anche nel caso di importi a debito. I rimborsi Irpef “pro-disoccupati” si aggiungono al miliardo di rimborsi Iva annunciati ieri dall’Agenzia, che nelle prossime settimane consentiranno a 4 mila imprese di ricevere un pò di ossigeno finanziario. Un importo che fa salire a oltre 10 miliardi di euro la somma complessivamente rimborsata da inizio 2013 a oltre 39mila imprese.

Ti potrebbero interessare anche:

Volano entrate fiscali, grazie anche all'Imu
CALCIO/ Brandao, la testata a Motta gli costa un mese di carcere
Milan, ufficiale il ritorno di Mario Balotelli
Auto, mercato europeo in crescita. Fca corre di più
Addio a Bud Spencer, aveva 86 anni. Con Terence Hill segnò l'epoca degli "Spaghetti western&qu...
Europa al voto con il fiato sospeso. In Italia alle 19 ha votato il 41%



wordpress stat