| categoria: Dall'interno

Papa Francesco: non fatevi ingannare da santoni e leader del mondo

Papa Francesco

Non lasciatevi ingannare dai «leader di questo mondo», dai «santoni» e da chi vuole «attirare a sé le menti e i cuori». Lo ha detto il Papa all’Angelus, ricordando che Gesù ha ammonito contro quanti «verranno nel mio nome», con un «invito al discernimento»: anche oggi «ci sono falsi »salvatori«, che tentano di sostituirsi a Gesù: leader di questo mondo, santoni, anche stregoni, personaggi che vogliono attirare a sé le menti e i cuori, specialmente dei giovani. Non andate dietro a loro», ha raccomandato il Papa.

Non abbiate «paura di fronte a guerre, rivoluzioni, ma anche alle calamità naturali, alle epidemie, Gesù ci libera dal fatalismo e da false visioni apocalittiche», Gesù, spiega il Papa, ha detto ai discepoli che dovranno patire, anche «persecuzioni», ma che «nessun capello del vostro capo andrà perduto». «Siamo totalmente nelle mani di Dio. – ha rimarcato il Papa – Le avversità che incontriamo per la nostra fede e la nostra adesione al Vangelo sono occasioni di testimonianza, non devono allontanarci dal Signore, ma spingerci ad abbandonarci ancora di più a Lui, alla forza del suo Spirito e della sua grazia». «Alla fine, – ha detto ancora papa Francesco – Gesù fa una promessa che è garanzia di vittoria: ‘Con la vostra perseveranza salverete la vostra vità. Quanta speranza in queste parole! Sono un richiamo alla speranza e alla pazienza, al saper aspettare i frutti sicuri della salvezza, confidando nel senso profondo della vita e della storia: le prove e le difficoltà fanno parte di un disegno più grande; il Signore, padrone della storia, conduce tutto al suo compimento. Nonostante i disordini e le sciagure che turbano il mondo, il disegno di bontà e di misericordia di Dio si compirà!». «Questo messaggio di Gesù – ha concluso papa Bergoglio – ci fa riflettere sul nostro presente e ci dà la forza di affrontarlo con coraggio e speranza, in compagnia della Madonna, che cammina sempre con noi»

«Oggi – ha detto il Papa dopo l’Angelus – ricorre la ‘Giornata delle vittime della stradà. Assicuro la mia preghiera e incoraggio a proseguire nell’impegno della prevenzione, perché la prudenza e il rispetto delle norme sono la prima forma di tutela per sè e gli altri». Il Papa ha rivolto anche un saluto alla comunità eritrea a Roma.

Ti potrebbero interessare anche:

Cogne, la Franzoni resta ai domiciliari
INCREDIBILE/ Neonato morto, un saldatore ha eseguito la circoncisione per cento euro
MILANO/ Tenta di rapire una neonata in clinica. Aveva abortito e non voleva perdere il fidanzato
Due italiani su 5 vanno in vacanza con i loro animali
Uova contaminate, a Milano sequestrate omelette surgelate
RAPINA IN VILLA:BOTTE A COPPIA,A LEI TAGLIATO ORECCHIO



wordpress stat