| categoria: gusto

Firenze, non solo vino al congresso AIS

Dalla fotografia al ciclismo, passando per caffè e tessile ma senza dimenticare impresa e occupazione giovanile. Non si è parlato solo di vino al 47/mo Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais). Numerosi ospiti hanno portato le proprie esperienze di vita al pubblico che si è riversato nei locali della Stazione Leopolda di Firenze durante la due giorni che Ais ha dedicato a curiosi, intenditori, addetti ai lavori e semplici appassionati. Oltre 250 le aziende che hanno offerto in degustazione le proprie etichette ai circa cinquemila visitatori. Tema centrale dell’edizione 2013 è la vasta scelta delle professionalità legate alla figura del sommelier che in questo contesto diviene sì un esperto conoscitore del prodotto vino, ma anche un ‘consulentè di come questo possa essere impiegato per creare occupazione, rilanciare l’economia e promuovere il ‘Made in Italy’ tanto all’estero quanto in Italia. Numerose tavole rotonde hanno visto interventi di persone diverse tra loro per esperienza ma accomunati dalla passione per il nettare degli dei. Wine Trend, tra gli altri appuntamenti in programma, ha offerto, infatti, un confronto tra quattro produttori come il noto fotografo Oliviero Toscani, Riccardo Illy, uomo del caffè, Arnaldo Caprai, Cavaliere del Lavoro e il campione di ciclismo Francesco Moser. «In queste due giornate abbiamo visto come l’Ais abbia portato un vento nuovo di rinnovamento aprendo le porte al pubblico e mettendo in risalto non solo la figura professionale del sommelier ma confrontandosi con produttori e associazioni di categoria con i quali vogliamo rafforzare sinergie e strategie di comunicazioni per meglio raggiungere il consumatore finale», ha detto all’ANSA Osvaldo Baroncelli, Presidente Ais Toscana. «In particolar modo – ha aggiunto – con il talk show Wine Trend, la nostra Associazione ha voluto offrire un momento di incontro ponendosi come un luogo di confronto e scambio di culture e opinioni al fine di promuovere al meglio la cultura del bere bene e soprattutto consapevolmente».

Ti potrebbero interessare anche:

Gelato al gusto di salame e vino vince la "sfida" europea
In arrivo il nuovo numero del Birrafondaio
Un Borgogna il vino più caro del mondo, oltre 14mila euro
Mancano nocciole per la Nutella, un piano per produrle in italia
Nasce 'La Summa', Accademia del bar italiano
E' 'bionda' la birra più amata dell'estate



wordpress stat