| categoria: In breve

Gran Bretagna, il crimine ama l’arte quasi quanto la droga

È secondo solo a quello per il traffico di droga l’interesse che la criminalità organizzata in Gran Bretagna presta al furto di opere d’arte e oggetti di antiquariato. È quanto emerge da dati diffusi di uno specifico rapporto della Polizia che getta nuova luce sull’entità dei ‘guadagnì criminali nel settore. In media il furto di questo tipo di beni frutta all’anno oltre 300 milioni di sterline (quasi 360 milioni di euro) e i criminali che se ne occupano sono pronti a ricorrere ad atti di estrema violenza per accaparrarsi la refurtiva ritenuta di maggior valore. Un fenomeno tale che la polizia britannica ha deciso di elaborare un’apposita strategia per contrastarlo, con la creazione di un database e di unità con agenti specializzati.

Ti potrebbero interessare anche:

Mogol a cavallo dal Papa come ambasciatore di Assisi
Obama al Colosseo, più grande di uno stadio da baseball
AST/ Domani al lavoro dopo 35 giorni, si tratta ancora
MILANO/ Assalto all'hotel che ospitò il convegno dell'estrema destra
"La maggioranza in attrito con il sindaco sul bilancio. Latina non ha più un governo"
Trasporto all’estero: cosa utilizzare per farlo al meglio



wordpress stat