| categoria: Dall'interno

Insulta e minaccia una coppia gay, uno dei due muore per spavento

Litiga con una coppia di gay, minacciandoli di morte con un coltello, e uno dei due omosessuali muore per lo spavento. È accaduto a Praia Mare, nel cosentino. Un operaio, Roberto Colautti, di 56 anni, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri per violazione di domicilio, minacce, morte come conseguenza di altro delitto. L’uomo, armato di un coltello di tipo vietato, si era recato nella casa di Eduardo Franco Rondina, di 58 anni e del compagno convivente Josè Angelo Lepore, di 84, quando è iniziata una discussione, sulle cui motivazioni sono in corso accertamenti, poi sfociata in una furiosa lite. Colautti, secondo quanto accertato dai carabinieri, ha estratto l’arma minacciando di morte la coppia di omosessuali. I carabinieri chiamati da altri abitanti dello stabile sono subito intervenuti e Colautti ha tentato di scagliarsi anche contro di loro che, però, sono riusciti ad immobilizzarlo. Mentre i carabinieri stavano portando via Colautti dal luogo della lite, Lepore è stato colto da malore e, durante il trasporto, in ospedale è deceduto. A provocare la morte dell’anziano è stato un infarto. Accertamenti sono in corso per risalire ai motivi del furibondo litigio, anche se la lite non sembrerebbe da collegare a questioni passionali.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma, giudice rimanda a casa il vicino-pedofilo
SAVONA/Violenza a scuola: abusi, ma non stupro
Denise Pipitone, svolta nelle indagini: la Procura apre un'inchiesta per omicidio
TERRORISMO/ Il procuratore, il somalo di Campobasso attendeva solo ordini
Romani tra i più scontenti in Ue per qualità aria
Got tiene in “caldo” un processo per 9 mesi



wordpress stat