| categoria: politica

Sanità, pronti tagli da 1,5 miliardi di euro

Dopo il niet dell’Ue il governo accelera Domani l’apposito comitato interministeriale esaminerà il governo programmatico inviato nei giorni scorsi a palazzo Chigi dal commissario Cottarelli: vi sono indicate le linee guida attorno alle quali far convergere interventi strutturali di riduzione della spesa, con un perimetro che riguarda l’intera amministrazione pubblica. La carta che il ministro dell’Economia Saccomanni potrà giocarsi già alla riunione dell’Eurogruppo di venerdì è la realizzazione nel 2014 di risparmi da 1,5 mld contro i 600 mln prudenzialmente cifrati nella legge di Stabilità. E non è escluso che l’asticella dei tagli, fino al 2015, possa salire ancora. Insomma, si raschia il fondo e a rimpolpare le casse dello Stato, arriva pure il super-acconto dei contribuenti. Il Fisco bussa alla porta di venti milioni di cittadini: un esercito che entro i prossimi 15 giorni (entro il 2 dicembre) tra Irpef, Irap e Ires farà confluire 34 mld di euro nelle tasche del Tesoro.

Ti potrebbero interessare anche:

ANALISI/ Rinasce Forza Italia, ma il Cav non rompe con Letta. Linea soft con Alfano
Toti (Fi), da Renzi un programma da cento miliardi. Ma dove trova i soldi?
Sconti fiscali da rivedere o cancellare ogni cinque anni?
Milano, malumori in M5S sulla Bedori: "Mia candidatura a disposizione"
Vaccini: scontro Renzi-Casaleggio jr. Davide: "Non infanghi memoria papà"
Il M5S vuole la presidenza della Camera: Fico o Carelli per il dopo Boldrini?



wordpress stat