| categoria: esteri

Libia:parlamentare con granata in borsa, per difesa personale

Una parlamentare libica è stata fermata ieri all’entrata del Consiglio locale di Tripoli poichè portava una granata nella borsa: la donna si è difesa dicendo che l’ordigno era per «difesa personale». Lo ha riferito il Consiglio locale di Tripoli. Al momento del suo ingresso nella sede del Comune, dove la donna aveva una riunione, il metal detector ha fatto scattare l’allarme. La parlamentare, Suad Sultan, ha quindi spiegato alle guardie di sicurezza di avere una granata nella borsa per «difesa personale». La donna ha comunque partecipato alla riunione dopo aver lasciato l’ordigno ai responsabili della sicurezza. All’uscita, secondo fonti, avrebbe reclamato la bomba a mano, che invece è stata sequestrata dai responsabili della sicurezza.

Ti potrebbero interessare anche:

MOSCA/Espulso giornalista Usa, primo caso dai tempi della guerra fredda
Stati Uniti, silurato da Obama il capo del Pentagono Chuck Hagel
Usa, Cruz vince le primarie repubblicane in Kansas: Uniti contro Trump
Trump-shock, chi ha armi potrebbe fermare Hillary
Calais, i migranti tornano nel campo dato alle fiamme
Brexit, la richiesta estensione di Johnson arriva alla Ue



wordpress stat